Mattia Binotto
Mattia Binotto

Scarperia (Firenze), 10 luglio 2020 - «Poter festeggiare un anniversario straordinario come quello dei mille Gp della Ferrari proprio a casa nostra al Mugello è un'opportunità incredibile»: dall'Austria, dove sono in corso le prime libere del gp di Siria in programma domenica, il team principal della Ferrari Mattia Binotto esprime tutta la sua soddisfazione per l'assegnazione al Mugello del nono gp stagionale.

Binotto ringrazia per la decisione il capo del circus Chase Carey e anche la regione Toscana e il comune di Firenze per la collaborazione prestata. Quello del Mugello «non è solamente uno dei tracciati più affascinanti e sfidanti per i piloti e le monoposto ma è anche un'impianto che ha fatto della sostenibilità una sua priorità, un impegno che lo ha portato a raggiungere livelli di eccellenza in Italia e nel mondo».

«Per me personalmente - prosegue Binotto - il Mugello è legato ai ricordi di tante giornate di test passate insieme alla squadra per cercare di migliorare la monoposto, talvolta sognando di sfidare proprio lì i nostri avversari: pensare che oggi stiamo per vivere su quel tracciato un evento come un Gran Premio - perdipiù il millesimo della nostra storia in Formula 1 - è un'emozione bellissima e non vedo l'ora che quello che allora era un sogno si avveri il prossimo 13 settembre. Il team principal della Ferrari poi ringrazia Chase Carey, Chairman e CEO di Formula 1, »che conosce e apprezza il valore che la nostra squadra rappresenta per questo sport, tanto da riconoscere l'anniversario nel nome ufficiale dell'evento«, e »due partner fondamentali per il raggiungimento di questo obiettivo. Innanzitutto il territorio che ci ospiterà, la Regione Toscana e poi la città di Firenze«.