"Mobilità sostenibile a Scandicci: proteste per la mancanza di senso unico in via Roma"

Il piano per la mobilità sostenibile è stato approvato, ma i residenti di via Roma a Scandicci continuano a protestare per la mancanza di senso unico. La strada è pericolosa e sono stati segnalati diversi incidenti. I cittadini chiedono una soluzione da oltre un decennio.

Il piano per la mobilità sostenibile è stato approvato, ma di senso unico in via Roma non si vede neanche l’ombra. Non si ferma la protesta dei residenti della via che dal Vingone va verso piazza Matteotti. In quel punto la strada è in rettilineo, le auto viaggiano a velocità sostenuta, e non solo attraversare è un pericolo, ma semplicemente camminare a filo del marciapiede è un problema.

Un tempo c’era un rilevatore elettronico della velocità, ma l’aggiornamento del Codice della strada ha reso impossibile tenerlo attivo, in quanto il centro è abitato. Questa direttrice proseguendo diventa via Paoli e via Dante, con gli stessi problemi. Nella strettoia che precede piazza Matteotti si sono verificati diversi incidenti stradali. La richiesta è stata portata avanti alle riunioni per il piano sulla mobilità urbana, e nella fase di indagine sui flussi di traffico si è puntato anche a capire quale fosse effettivamente il livello del traffico e la velocità delle vetture in transito su questo pezzo di strada. In passato si erano fatte delle ipotesi per una viabilità alternativa da via Mensa Arcivescovile per sdoppiare i flussi e rendere più sicura la strada. Vedremo se alla fine la nuova amministrazione prenderà in carico una richiesta che i cittadini portano avanti ormai da oltre un decennio.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro