Metalli preziosi dai rifiuti Rrae

Iren Ambiente investirà 5 milioni di euro per un nuovo impianto a Terranuova Bracciolini per il trattamento dei Raee. Il progetto, il primo in Italia, utilizzerà un processo idrometallurgico a ridotto impatto ambientale per estrarre metalli preziosi da schede elettroniche. L'impianto sarà operativo entro la fine dell'anno.

Iren Ambiente investirà 5 milioni di euro per la realizzazione del nuovo impianto a Terranuova Bracciolini (Arezzo) per il trattamento dei Raee: quello presentato ieri a Firenze da Iren, Regione Toscana e Comune di Terranuova è il primo progetto in Italia per l’estrazione di metalli preziosi da schede elettroniche che utilizza un processo idrometallurgico a ridotto impatto ambientale. "Prevediamo tra ottobre e novembre di fare le prove di esercizio - ha spiegato Eugenio Bertolini, ad di Iren Ambiente - per essere sostanzialmente operativi entro la fine dell’anno. L’investimento è di 5 milioni, di cui la stragrande maggioranza legata all’impianto: sono già stati fatti tutti gli ordini. I produttori, che sono ad Arezzo, hanno l’impegno di consegnarci l’impianto che poi deve essere costruito entro il mese di luglio, quindi entro 6 mesi".