Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
21 giu 2022

Maturità, ormai ci siamo. La 'notte prima degli esami' si avvicina

Nella mattina di mercoledì prima prova scritta, il tema d'italiano, uguale in tutto il Paese

21 giu 2022
elettra gullè
Cronaca
Gli studenti affrontano la prova di Italiano al liceo Cavour, Torino, 20 giugno 2018 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Domani comincia la Maturità
Gli studenti affrontano la prova di Italiano al liceo Cavour, Torino, 20 giugno 2018 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO
Domani comincia la Maturità

Firenze, 21 giugno 2022 - Pronti, attenti, via. Dopo due anni di Maturità ridotta al solo orale, domani mattina torna la prima prova: lo scritto d’Italiano, uguale in tutto il Paese. Il 95,7% degli studenti toscani dell’ultimo anno sono stati ammessi all’esame: un buon risultato, che non si discosta dalla media nazionale, pari al 96,2%. Per il 4,3%, invece, ci sarà da ripetere l’anno. 7843 i giovani che domani alle 8,30, con una bella dose di ansia, attenderanno l’apertura delle fatidiche ‘buste’ preparate dal Ministero. “La Maturità 2022 prende il via - dichiara il Ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi -. Voglio ribadire il mio messaggio di incoraggiamento alle studentesse e agli studenti: l'esame di Stato è un importante momento di passaggio, va vissuto con entusiasmo. Siamo al vostro fianco. Abbiate fiducia nelle vostre capacità”. A

i candidati verranno proposte sette tracce di tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Il 23, via con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che riguarderà una disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. Quest’anno la prova - per venire incontro ai ragazzi, investiti in pieno nel loro percorso di studi superiori dagli effetti nefasti della pandemia, - viene preparata dai singoli istituti, che così possono calibrare i quesiti in base a quanto effettivamente svolto dagli alunni.

Archiviati gli scritti, sarà la volta dell’ultima fatica prima del diploma, ovvero il colloquio, che si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un'esperienza, un problema, un progetto). La valutazione? Resta in centesimi. Al credito scolastico è stato attribuito fino a un massimo di 50 punti. “Nessun problema nella nostra regione: le commissioni sono tutte coperte”, si limita a far sapere Ernesto Pellecchia, direttore generale Usr Toscana. “Per fortuna tutto regolare - sorride Susanna Pizzuti, che guida l’Usp -. Ieri mattina c’è stato l’ultimo incontro coi presidenti di commissione per sciogliere gli ultimissimi dubbi. Ci tengo anche io a fare l’in bocca al lupo ai ragazzi. Il mio augurio è che affrontino l’esame con serenità e gioia. È un’esperienza importante”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?