Firenze, 31 ottobre 2019 – Matrimonio in spiaggia e viaggio di nozze ecofriendly. Sono le principali tendenze del settore wedding, un comparto che nonostante la crisi, tiene bene il mercato visto che negli ultimi tempi i matrimoni sono in crescita. È quando emerge da ‘Tutto Sposi’, la fiera sposi più importante dell'Italia centro settentrionale che torna a Firenze, alla Fortezza da Basso, fino al 3 novembre con la 27esima edizione.

“Le cerimonie, civili e religiose, a dispetto di quanto si pensi, sono in aumento” conferma Roberto Giustini, organizzatore di ‘Tutto Sposi’ che quest’anno ospita oltre 100 espositori del settore wedding provenienti da tutta la Toscana: atelier di abiti per lo sposo e per la sposa, agenzie di viaggio, fioristi, fotografi, gioiellerie, catering e ricevimenti, pasticcerie, ristoranti, agriturismi, noleggio auto, tipografie, wedding planner, agenzie musicali e musicisti.

Il budget medio per il matrimonio del terzo millennio è di ventimila euro. Tra i 2 e i 5mila euro servono per il vestito da sposa. “Con il royal wedding di Meghan Markle sono tornati di gran moda i modelli più tradizionali, da principessa, in mikado” spiega Giovanni Mori dello storico Atelier ‘Le spose di Mori’ di San Miniato. Per le cerimonie all’aria aperta, tra il verde della campagna, invece, la scelta dell’abito ricade su modelli ‘boho chic’ per uno stile in chiave romantica, elegante e vagamente retrò.

Immancabile, poi, il bouquet da sposa. “E’ il suo biglietto da visita: i fiori, i colori e la composizione sono scelti insieme alla futura sposa” dice Silvia Braga, fiorista di ‘Arte e Fiori’ di Firenze.

“Per gli uomini è particolarmente richiesto il blu” dice Andrea Guarnirei, titolare dell’‘Atelier dei Sogni’ che si trova a Signa, Siena, Prato e Montevarchi, e la spesa parte dai 500 euro per un abito, cucito in Italia, che può essere utilizzato anche in altre occasioni.

“La cerimonia e il ricevimento sono studiati nei dettagli – aggiunge Giustini – tanto che per i matrimoni all’aperto vengono affittati anche i bagni chimici extralusso, per fornire un ulteriore servizio agli invitati”.

Che siano le prime o seconde nozze, le coppie optano per la spiaggia. Le mete più richieste per sposarsi in Italia sono la Versilia, Castiglioncello e la baia di Sorrento. Ma anche chi opta per un matrimonio più tradizionale, in un agriturismo o in una villa, non rinuncia al mare: sono sempre di più i novelli sposi che scelgono la destinazione del viaggio di nozze anche in base alla possibilità di replicare la cerimonia in riva al mare. Vanno alla grande mete tradizionali come la Polinesia - dove il ‘sì’ viene pronunciato su una barca in mezzo all’acqua - e le Isole Vergini, ma crescono in modo significativo anche le alternative come la Giamaica e il Messico. Per i Millenials la prerogativa è una luna di miele ‘green’: destinazioni ecofriendly, alloggi sostenibili ma anche pianificazione dei trasferimenti con mezzi alternativi all’aereo.