Martedì del Vieusseux. Partenza con Moravia

Intesa tra Comune e Gabinetto per la valorizzazione dell’Archivio contemporaneo "Uno scrigno delle meraviglie".

Anna Banti, Dino Buzzati, Italo Calvino, Alba De Céspedes, Carlo Emilio Gadda, Alberto Moravia. Sono alcuni dei nomi delle grandi scrittrici e dei grandi scrittori del Novecento di cui il Gabinetto Vieusseux conserva carte, documenti, manoscritti e dattiloscritti nei fondi custoditi presso l’Archivio Contemporaneo Bonsanti e a cui dedica la rassegna "I martedì del Vieusseux". Sei gli appuntamenti da oggi a novembre nella Sala Ferri di Palazzo Strozzi alle 17.30, a ingresso gratuito.

"L’archivio Bonsanti è un vero scrigno delle meraviglie - afferma il direttore del Gabinetto Vieusseux, Michele Rossi - e abbiamo ideato questo ciclo di incontri e letture a cadenza settimanale per svelare alcuni di questi tesori nascosti. Saranno delle lezioni aperte e dal taglio divulgativo, pensate per avvicinare non solo studiosi e specialisti ma un pubblico senza età alle voci di questi grandi autori del Novecento".

Si parte con Alberto Moravia. A raccontarlo saranno Simone Casini, curatore di tutti gli scritti dell’autore per Bompiani, e Marino Biondi, che si è dedicato allo scrittore attraverso i suoi molti studi di narrativa italiana.

Intanto, per ampliare le occasioni di apertura al pubblico dell’Archivio Bonsanti e sostenere il rilancio del Gabinetto, Comune e Vieusseux hanno siglato un accordo biennale di collaborazione e sinergia, per individuare nuovi spazi in centro storico e accogliere il patrimonio dell’Istituto e sviluppare congiuntamente proposte culturali. L’accordo prevede, oltre al sostegno economico al Vieusseux, anche la messa a disposizione dei rispettivi spazi per l’organizzazione di mostre, esposizioni, convegni, presentazioni di libri e eventi culturali.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro