Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

L’arte, la pace e il lavoro "Firenze parla al mondo"

Vittorio Sgarbi porta a Palazzo Vecchio il gesso della celebre scultura di Canova. L’originale è a Kiev. Nardella: "Accordo sulla cultura col sindaco Klitschko"

olga mugnaini
Cronaca
Vittorio Sgarbi. durante la presentazione della Pace di Kiev di Antonio. Canova, la versione in gesso del marmo originale custodito all’interno del Museo Nazionale Khanenko
Vittorio Sgarbi. durante la presentazione della Pace di Kiev di Antonio. Canova, la versione in gesso del marmo originale custodito all’interno del Museo Nazionale Khanenko
Vittorio Sgarbi. durante la presentazione della Pace di Kiev di Antonio. Canova, la versione in gesso del marmo originale custodito all’interno del Museo Nazionale Khanenko

di Olga Mugnaini "Non dobbiamo vincere la guerra, dobbiamo vincere la pace, solo così potremo salvare il mondo". E’ questo il messaggio che Vittorio Sgarbi porta a Firenze insieme alla “Pace di Kiev“ di Antonio Canova, la celebre versione in gesso del marmo originale custodito all’interno del Museo Nazionale Khanenko di Kiev e attualmente nascosto per tutelarlo dai bombardamenti della guerra in Ucraina. Il modello in gesso della Pace di Canova, custodito nella gipsoteca dell’artista neoclassico a Possagno, è esposto da oggi nella Sala di Leone X a Palazzo Vecchio, fino al 18 settembre. "La scultura diventa qui un mezzo per assicurare la contemplazione del capolavoro dello scultore, altrimenti negata dal conflitto - ha continuato Sgarbi, presentando l’iniziativa da lui curata –. L’evento assume un’ulteriore risonanza artistica e politica in quanto va a confrontarsi a poca distanza di metri con la grande tela di Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato, esposta da pochi giorni nel Salone dei Cinquecento. Ecco, con la Pace e il Lavoro che dialogano a pochi metri di distanza, Firenze lancia un messaggio potente a tutto il mondo". L’idea è nata in considerazione del gemellaggio che lega Firenze e Kiev: "Visto che con i primi cittadini europei stiamo lavorando alla ripartenza e alla ricostruzione delle città ucraine – ha detto al riguardo il sindaco Dario Nardella –, tra i primi punti di collaborazione che voglio proporre al sindaco di Kiev Klitschko, c’è quello di ripartire dalla cultura. Proporrò, quindi, una collaborazione tra il museo di Kiev e le istituzioni culturali di Firenze. L’arte e la cultura vinceranno contro la violenza e l’abominio della guerra". L’iniziativa si intitola ‘Antonio Canova. La pace di Kiev. L’arte vince sulla guerra’. La mostra, curata in collaborazione tra il Museo Novecento e il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno, organizzata da Mus.e con Contemplazioni, vede la ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?