"La 7 ripropone 'Berlinguer ti voglio bene' senza censure: il ritorno di 'Cioni Mario' e il dilemma del politicamente corretto"

Il film "Berlinguer ti voglio bene" torna in tv senza censure, riportando alla luce il personaggio di 'Cioni Mario' e sollevando interrogativi sull'accoglienza attuale del suo stile di comicità toscana.

I toscani hanno il cielo negli occhi e l’inferno in bocca" sentenziò ai tempi Curzio Malaparte, agiografo per eccellenza di una terra tanto nobile quanto aspra. Dalla bocca di ’Cioni Mario’, un Benigni analogico e dirompente uscì di tutto – roba che Ceccherini a confronto sembra l’autore di un prontuario di galateo – in quel lontano 1977, l’anno di ’Berlinguer ti voglio bene’, film culto a queste latitudini che in un corto circuito di dialoghi grotteschi, quasi circensi, fotografò una fetta di campagna toscana, prossima a quella Prato ancora fiorentina, divorata dai primi cementi industriali e i suoi surreali personaggi, il Monni su tutti. Stasera su La 7 ’Berlinguer’ torna in tv senza i tagli imposti dalla censura 47 anni fa. E nell’epoca del politicamente corretto piomba così dal passato l’incognita di ’Cioni Mario’. Gli (ri)vorremo bene?

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro