di Barbara Berti "Chiara Ferragni è il mio modello di riferimento". Lo ha detto nella prima puntata della quinta edizione de ’Il Collegio’, il docu-reality di Raidue, e lo ribadisce ancora una volta: la sestese Rebecca Mongelli, 15 anni, ha le idee chiare per il futuro. Intanto, va a buttare la spazzatura con un look da sfilata di moda e ‘spippolando’ al cellulare. Quale...

di Barbara Berti

"Chiara Ferragni è il mio modello di riferimento". Lo ha detto nella prima puntata della quinta edizione de ’Il Collegio’, il docu-reality di Raidue, e lo ribadisce ancora una volta: la sestese Rebecca Mongelli, 15 anni, ha le idee chiare per il futuro. Intanto, va a buttare la spazzatura con un look da sfilata di moda e ‘spippolando’ al cellulare.

Quale scuola frequenta?

"Il liceo Linguistico, sono in seconda. Con i professori e i miei compagni mi trovo bene, ma se qualcosa non mi torna ci tengo sempre a precisarlo e a farlo presente a chi di dovere. Preferisco italiano e le materie letterarie, dove ottengo sempre bei voti". Si descriva in tre aggettivi.

"Determinata, se voglio davvero una cosa riesco a ottenerla. Sono molto testarda: piuttosto che arrendermi arrivo anche a sbattere la testa per capire qualcosa. E sono ambiziosa: mi piace puntare sempre in alto e fare sempre meglio".

Hobby e interessi?

"Fare shopping, anche se qualche volta esagero e faccio impazzire la mia mamma, ma adoro vestirmi sempre bene e voglio sempre essere perfetta, perché la moda e lo stile sono la mia passione".

Perché ha deciso di partecipare a ’Il Collegio’?

"Seguo il programma dalla prima edizione, ho sempre sognato di poterci partecipare. Con mia mamma ho, così, provato a mandare la candidatura: volevo mettermi alla prova visto che sono molto attaccata al mio telefono, ai miei trucchi, alla cura dei miei capelli e a tutto ciò che fa parte della mia quotidianità. Penso e spero, che possa essere anche un trampolino di lancio per il mio futuro".

Cosa vuole fare da grande?

"Lavorare nel campo dei social e della moda, come la Ferragni! Potrei diventare sua socia! (ride, ndr). L’ammiro per il personaggio che è riuscita a costruire grazie alla sua determinazione e all’impegno. Abbiamo molti interessi in comune e pure il compleanno delle rispettive mamme, è un segno del destino!".