Galliano, i residenti contro il Comune: "Non tutela i beni artistici del paese"

I cittadini di Galliano hanno inviato una petizione al Comune denunciando l'abbandono dei beni artistici e storici del paese. In particolare, lamentano lo stato di degrado della cappellina dell'Ospedalino e del ponte medievale sul fiume Sorcella. La giunta risponde che stanno cercando di acquisire l'Ospedalino, ma che per il ponte medievale sono previsti lavori di riqualificazione urbana.

Galliano, i residenti contro il Comune: "Non tutela i beni artistici del paese"

Galliano, i residenti contro il Comune: "Non tutela i beni artistici del paese"

A Galliano hanno perso la pazienza. E hanno inviato una petizione con centinaia di firme al Comune . Lamentano la poca attenzione nei confronti dei beni artistici e storici del paese. Denunciando "la situazione di abbandono da parte dell’amministrazione che sta rischiandoe di compromettere per sempre i beni più cari e importanti del paese. In primis la cappellina dell’Ospedalino ed il ponte medievale sul fiume Sorcella, due monumenti dal valore inestimabile, anche per la vita sociale del paese". L’Ospedalino è una cappellina, che ha sulle pareti dipinti antichissimi. Ma che necessitano di restauro e si stanno danneggiando irrimediabilmente. Quella stanza però, pur in uso pubblico da sempre, fa parte di una proprietà privata. Da qui la richiesta al Comune di acquisirla. E la situazione del ponte medievale è altrettanto drammatica. Completamente avvolto da piante infestanti . "Noi non vogliamo rassegnarci – si legge nella petizione - al disinteresse dei nostri amministratori, che rischiano con la loro leggerezza di cancellare secoli di storia". E arriva anche la replica della giunta. Che per l’Ospedalino ricorda che "si tratta di un bene privato per il quale ad oggi, nonostante i numerosi tentativi di ricerca, non è stato possibile risalire a tutti gli eredi. Benché per la questione sia piuttosto complessa e non preveda soluzioni semplici, stiamo cercando di acquisire l’immobile". La giunta poi ricorda come "entro poche settimane, la frazione sarà interessata da importanti lavori di riqualificazione urbana che avranno proprio come obiettivo quello del recupero e della valorizzazione di edifici ed immobili storici come, ad esempio, l’ex "casa del fascio". In questo caso però gli immobili sono pubblici e siamo riusciti a trovare i necessari e consistenti fondi per intervenire".

Paolo Guidotti

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro