NICOLA DI RENZONE
Cronaca

Droga, doppio colpo dei carabinieri. Due arresti a Vicchio e a Barberino

In manette un 61enne con due panetti di hashish e un albanese colpito da un mandato di cattura internazionale

Droga, doppio colpo dei carabinieri. Due arresti a Vicchio e a Barberino

Droga, doppio colpo dei carabinieri. Due arresti a Vicchio e a Barberino

Prosegue l’attività antidroga dei carabinieri della compagnia di Borgo San Lorenzo, che a Barberino di Mugello hanno sorpreso un uomo di 61 anni sul suo furgoncino con due panetti di hashish, e che a Vicchio hanno rintracciato un 42enne albanese colpito da mandato di arresto europeo per il reato di traffico di sostanze stupefacenti quale membro di un’organizzazione criminale.

Nel primo caso i carabinieri di Scarperia, in via Gastone Nencini, la panoramica del lago di Bilancino, a Barberino di Mugello, hanno intimato l’alt all’autocarro. All’apertura del finestrino, però, sono stati investiti dall’odore tipico dell’hashish e hanno deciso di approfondire rinvenendo, neppure troppo celati nel portaoggetti della portiera lato conducente, due panetti di hashish del peso di 100 grammi ciascuno e, in una scatola di cartone, la somma contante di 1.500 euro circa.

La successiva perquisizione, effettuata nella sua abitazione nel Comune di Calenzano, ha permesso di trovare altri 55 grammi della stessa sostanza, ed una bilancina di precisione.

Per il 61enne, incensurato, è scattato l’arresto con l’accusa di detenzione di stupefacenti al fine di spaccio. In seguito, dopo la convalida dell’arresto con rito direttissimo, nei suoi confronti è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia Giudiziaria. L’altro episodio è invece accaduto a Vicchio.

Stavolta è stato il personale del ‘Radiomobile’ a rintracciare un cittadino albanese 42enne, domiciliato a Borgo San Lorenzo, che è risultato colpito da un mandato di arresto europeo emesso dal tribunale di Hannover, in Germania, per i reati di traffico di sostanze stupefacenti e quale membro di un’organizzazione criminale. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato portato al carcere fiorentino di Sollicciano, a disposizione dell’autorità per le valutazioni relative alla sua estradizione. E’ stato grazie anche a controlli come questi che, negli ultimi anni, i carabinieri della compagnia di Borgo San Lorenzo hanno potuto avviare importanti operazioni antidroga, anche di livello internazionale.