Firenze, 4 dicembre 2019 - Sono stati premiati nell’auditorium Attilio Monti della Nazione, alla presenza del presidente del Corecom Toscana, Enzo Brogi, della vicedirettrice della Nazione Laura Pacciani e della cantante Dolcenera, gli spot vincitori del concorso “Toscana in spot 2019. Cambiamento climatico e stili di vita”. Primo classificato ‘Il Castello’ di Francesca Castriconi; al secondo postoMemento Lucem’ di Federica Montagni e terzo classificato  ‘Cambia… mente’ di Giacomo Gandossi.

image

Il bando di concorso, che si è chiuso il 15 ottobre scorso, è arrivato quest’anno alla sua sesta edizione. Dopo aver affrontato temi come il lavoro, internet e minori, sicurezza stradale, gioco d’azzardo e la violenza di genere, per il 2019 il Corecom ha scelto la tutela ambientale, il cambiamento climatico e gli stili di vita quotidiani.

Gli spot in concorso sono stati 16, con un’ottima qualità complessiva, tanto che la commissione di valutazione - composta da Massimo Sandrelli, componente del Corecom Toscana e giornalista, Tommaso Braccesi, responsabile della segreteria dell’Assessore all’ambiente della regione Toscana, Marco Talluri, responsabile comunicazione di ARPAT, Saverio Lanza, musicista e video maker, Gregory Eve, esperto di comunicazione ambientale e fondatore della App GreenApes - non ha avuto compito facile.

Spiega Enzo Brogi: “La scelta della tutela ambientale come focus per l’edizione 2019 di Toscana in Spot è stata condivisa unanimemente dal Comitato, in considerazione della centralità delle istanze ambientaliste negli ultimi anni, in Italia e non solo. La diffusione di una forte sensibilità, soprattutto nel mondo giovanile ma non solo, su questi temi ci ha convinti dell’opportunità di proporre ai tanti videomaker e autori presenti nella nostra regione di confrontarsi con il cambiamento climatico e la conseguente necessità di modificare i nostri stili di vita. La risposta è stata ancora una volta stimolante e creativa, e tutti i video sono visibili sul profilo Youtube del Corecom della Toscana. Tanti gli spot meritevoli, tra i quali la commissione ha dovuto operare una scelta non semplice per attribuire i tre premi – di 5mila, 3mila e 2mila euro. Adesso contiamo di far girare questi spot nelle tv locali, in rete e nelle iniziative dedicate all’ambiente. Un sentito ringraziamento va a tutti i partecipanti, ai membri della commissione, a La Nazione che ospita la premiazione e a Dolcenera che, con la sua amichevole partecipazione, testimonia ancora una volta il suo impegno diretto nella battaglia per un ambiente più pulito e per una crescita di consapevolezza e sensibilità dell’opinione pubblica”.

Primo classificato ‘Il Castello’ di Francesca Castriconi

La motivazione della commissione: “Lo spot di Francesca Castriconi evidenzia una cura registica e qualitativa particolarmente elevata, affrontando il tema dell’inquinamento ambientale da plastica con leggerezza e ironia. Nel panorama degli spot in concorso, “Il Castello” emerge per la capacità di unire l’efficacia comunicativa, l’originalità del soggetto e la complessiva qualità estetica. La declinazione di una situazione di vita comune, tipica di una qualsiasi famiglia al mare con la figlia impegnata a costruire un castello di sabbia, consente l’immedesimazione da parte dello spettatore, e il finale, ironico e al tempo stesso amaro con il castello di plastica abbandonata, lancia un messaggio che invita al rispetto di un bene comune, come il mare, e più in generale come l’ambiente in cui viviamo”.

Secondo classificato  ‘Memento Lucem’ di Federica Montagni

La motivazione della commissione: “Lo spot di Federica Montagni è un esempio ben riuscito di minimalismo estetico e comunicativo. Un unico piano sequenza di una ragazza che si prepara ad uscire di casa e che, uscendo, lascia una luce accesa, la vera protagonista del video. Il lento zoom sulla lampada, accompagnato da un penetrante rumore che sale di volume, si chiude con la soluzione: la ragazza che rientra e spegne la luce. Con un’ottima realizzazione tecnica, un soggetto originale e una buona efficacia comunicativa, “Memento lucem” lascia spiazzati e ci porta a riflettere sulle nostre piccole scelte quotidiane, invitandoci ad altrettanto piccoli sforzi che, uniti, possono lasciare il segno”.

Terzo classificato  ‘Cambia… mente’ di Giacomo Gandossi

La motivazione della commissione: “Il video di Giacomo Gandossi non racconta una storia ma si può definire a tutti gli effetti come uno spot “di servizio”, capace di fornire informazioni utili sulle nostre azioni quotidiane e su come migliorare il nostro impatto sui consumi ambientali. Ben realizzato tecnicamente, si distingue dagli altri due vincitori in quanto porta lo spettatore a confrontarsi con numeri e statistiche che indicano una strada, quella del risparmio energetico a partire dalla semplice modifica delle nostre abitudini. “Cambia…mente” è un invito esplicito a rivedere i nostri stili di vita con piccoli messaggi ben indirizzati ed efficaci”.