Centrodestra in conclave: "Lavoriamo al programma"

Alla riunione di ieri presente anche il candidato sindaco Eike Schmidt. I temi: nascita di un museo sulla storia di Firenze e movida fuori dal centro. .

Centrodestra in conclave: "Lavoriamo al programma"

Centrodestra in conclave: "Lavoriamo al programma"

di Antonio Passanese

FIRENZE

Centrodestra a conclave, ieri mattina, per mettere a punto le linee programmatiche che il candidato sindaco Eike Schmidt, esporrà martedì dal palco del Teatro Cartiere Carrara (il vecchio Tuscany Hall, per intenderci). Alla riunione – iniziata alle 10 e terminata alle 14 – hanno preso parte Maria Grazia Internò per Forza Italia, Jacopo Cellai e Alessandro Draghi per Fratelli d’Italia, Barbara Nannucci della Lega, Paolo Bambagioni e Massimo Sabatini per la Lista Schmidt. E a sovrintendere i lavori, dall’inizio alla fine, c’era anche l’ex direttore degli Uffizi – e ormai stabilmente nel capoluogo regionale – che ha partecipato attivamente al summit lanciando anche qualche proposta che è stata ben accettata da tutti i partiti della coalizione. Si tratta della creazione di un museo sulla storia di Firenze che abbracci più ambiti: lingua, artigianato e puculiarità.

Altro tema affrontato è stato quello della malamovida, che turba le notti dei residenti soprattutto di Santo Spirito e Sant’Ambrogio. L’idea è quella – peraltro già testata da Dario Nardella senza grandi risultati – di concedere agevolazioni a tutti quei locali che decideranno di spostarsi alle Cascine. "Vorremo che il parco mediceo fossero i nuovi Navigli di Firenze – dice chi ha partecipato alla riunione – Abbiamo visto che la ruota panoramica non è servita a riportare decoro e sicurezza nel polmone verde della città. L’unico modo per scacciare la criminalità è far tornare alle Cascine giovani e famiglie, insieme a un presidio fisso della polizia municipale e a più illuminazione". Ma il centrodestra assicura che nel suo discorso (che sta scrivendo con grande attenzione e oculatezza), Schmidt parlerà anche di mobilità, sicurezza e decoro, cultura, politiche della casa, attezione ai giovani e agli anziani e dell’annosa questione degli affitti brevi che hanno svuotato il centro storico trasformando interi palazzi in alberghi mascherati. "Chiediamo che Firenze applichi la normativa nazionale, quella firmata dalla ministra daniela Santanché". Ultimo argomento: la battaglia allo scudo verde e alle Zone 30.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro