Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

C’è ’No gap’, la festa senza barriere

Arrivi da tutta Italia alla quindicesima edizione della manifestazione campigiana dedicata alle persone disabili

dibarbara berti
Cronaca

di Barbara Berti

Al circolo Arci Dino Manetti è tempo di "No Gap Festival". L’iniziativa promossa dall’associazione Asd QuartoTempo Firenze è giunta alla sua quindicesima edizione e presenta un programma articolato in più appuntamenti che hanno un unico filo conduttore: mettere il pensiero, l’azione e la passione al servizio della creazione di opportunità per persone, dai bambini agli adulti, che di opportunità ne incontrano poche nella propria vita.

"Il ‘No Gap Festival’ ha sempre voluto mostrare nei suoi appuntamenti annuali, che questo è possibile soprattutto se a essere coinvolta è la comunità con le sue numerose risorse" fanno sapere da QuartoTempo ricordando che negli anni il festival ha visto numerose partecipazioni di artisti di calibro nazionale, di bambini e di adulti di ogni età e disabilità, di laboratori condotti da formatori eccezionali, di persone con varie difficoltà che si sono misurate nello sport, nel lavoro della sala e della cucina del ristorante che ha dato da mangiare a migliaia di persone, nel teatro, nella musica, nei laboratori. Il tema di questa edizione è il Calcio a 5 per persone non vedenti, che si inserisce nelle tematiche di sempre di QuartoTempo.

"In particolare sarà promosso il Calcio Visionario, detto VisiBall a livello internazionale, un nuovo gioco-sport dove persone vedenti e non vedenti giocano insieme a calcio a 5" dicono ancora gli organizzatori. Sabato 14 maggio (dalle 10), al circolo Arci Dino Manetti, sarà la giornata del calcio visionario, questo nuovo sport, sviluppato proprio da QuartoTempo nell’alveo del progetto europeo "Erasmus+ Four-Minute BarrierS": uno sport di profonda integrazione dove l’agonismo è elevato. Durante la giornata saranno coinvolti alcuni atleti non vedenti e accompagnatori provenienti da alcune società italiane che verranno a Campi per sperimentare il VisiBall.

Inoltre, saranno coinvolte gli studenti del liceo Agnoletti di Sesto e del Russell-Newton di Scandicci e la Asd Lanciotto di Campi. Il torneo di calcio visionario sarà anche l’occasione per proseguire il progetto "Vedere oltre", giunto alla terza edizione, coinvolgendo alcuni ragazzi di Arci Scampia e di "Un infanzia da vivere" di Parco Verde a Caivano che parteciperanno al torneo come giocatori vedenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?