I Cavalieri di Sant'Appiano con Carlo Conti
I Cavalieri di Sant'Appiano con Carlo Conti

Firenze, 24 maggio 2019 – Che cosa può accadere mettendo nella stessa stanza il dottor Alberico Lemme, il farmacista e consulente alimentare che si autodefinisce “il genio”, e uno dei più “pungenti” giornalisti italiani quale Giuseppe Cruciani? “Lo scopriremo solo vivendo”, recita una celebre canzone di Lucio Battisti. E l'occasione per viverlo non è lontana: sabato 25 maggio, dalle ore 18,30 nei locali dell'ex Cinema Goldoni, un evento organizzato da quel gruppo di buontemponi che sono i Cavalieri di Sant'Appiano, vedrà protagonisti proprio i due personaggi che, seppur in differenti ambiti, riescono a catturare il pubblico e a far parlare di sé.

“Io cambierò il mondo: o con voi o senza di voi” - ha detto il dottor Lemme al termine del video nel quale annuncia la sua partecipazione alla serata. E' il Gran Cavaliere Eletto, Pierfrancesco Bertini – guai a chiamarlo “presidente” perché l'ordine dei Cavalieri a cui appartiene, non annovera un titolo di questo tipo – a raccontare cosa accadrà e, soprattutto, com'è nata l'idea dell'iniziativa. “L'estate scorsa ero al mare – spiega -. Casualmente il dottor Lemme, di cui ignoravo l'esistenza, capitò al mio bagno. Fu sufficiente uno dei suoi commenti implacabili rivolto a una malcapitata signora che si trovava nei paraggi e immediatamente capii chi avevo davanti. Da lì l'idea: perché non fare un evento che lo coinvolga?”.

Era però necessario conoscerlo meglio. “Per questo un sabato, insieme all'altro Gran Cavaliere Eletto, Luca Landini (Sir Luc Pediatricus) e un gruppo di Cavalieri, ci siamo recati a Desio dove il dottor Lemme ha il suo “quartier generale” e, dopo mesi di “corteggiamento”, siamo riusciti a convincerlo”. Non poteva essere diversamente dal momento che, dietro una serata dal sapore ludico, si cela invece una finalità “dal cuore grande”, come quello dei Cavalieri al cui interno, fra grandi imprenditori, medici e professionisti, ce n'è anche un dal nome speciale: “Sir Tommasino”.

“E' una serata di raccolta fondi in favore della Fondazione Tommasino Bacciotti” – dicono ancora Bertini e Landini - che prevede anche una cena con prodotti dietetici, quelli del dottor Lemme, uniti al cibo “buono” allestito dal catering Le Cirque. D'altro canto sconfiggere il "nemico cibo" mangiandolo, è proprio il principio fondante dei Cavalieri di Sant'Appiano". Per completare l'opera non poteva mancare la puntura de La Zanzara più celebre d'Italia, Giuseppe Cruciani che, intervistato dal Cavalier “Sir News Della Valle”, alias Andrea Vignolini, ha detto di non temere affatto i Cavalieri di Sant'Appiano.

“La nostra speranza – concludono Bertini e Landini – è che tutti riescano a vivere una serata divertente e spensierata e che... non sia necessario ricorrere all'avvocato (ridono!)”.