Botti, un bollettino light. Ma due bambini tra i feriti

La più grave è una 43enne, che ha riportato una lesione a una mano: ne avrà per trenta giorni. Due incidenti sui viali: abbattuti palo e semaforo.

Botti, un bollettino light. Ma due bambini tra i feriti
Botti, un bollettino light. Ma due bambini tra i feriti

FIRENZE

Non è un bollettino di guerra come quello registrato in altre città italiane, ma anche Firenze contribuisce ad allungare il conto dei feriti per i botti.

Sono almeno cinque, alcune anche molto giovani, le persone che sono finite in ospedale nella notte di San Silvestro per incidente avvenuti durante lo scoppio dei petardi.

La più grave è una donna filippina di 43 anni che, secondo quanto riferisce la questura - che coordinato i servizi di ordine pubblico nel centro cittadino - ha ricevuto una prognosi di 30 giorni al pronto soccorso di Careggi per una importante lesione da scoppio a una mano. In altri episodi, refertati sempre ai pronto soccorso di Careggi e di Santa Maria Nuova, schegge e frammenti deflagrati dalle esplosioni degli ordigni hanno ferito al volto e alla fronte un italiano di 21 anni (sette i giorni di prognosi) e un altro, di 18 anni, che è stato colpito alla schiena, verosimilmente mentre cercava di allontanarsi dall’esplosione. Per lui cinque giorni di prognosi. Inoltre al Meyer, in orari diversi, sono stati accompagnati dei bambini stranieri con ferite alle mani, sempre dovute a esplosioni di artifizi, petardi e botti.

Sono un rumeno di 9 anni e un cinese di 8 anni, entrambi curati con lesioni molto lievi dal personale dell’ospedale pediatrico e dimessi senza prognosi.

Nella notte di Capodanno in città, c’è stato un altro botto, ma non provocato dai petardi ma dalla disattenzione alla guida. In due distinti incidenti sono stati infatti abbattuti pali della segnaletica e un semaforo.

Gli occupanti dei mezzi - tutti risultano illesi - sono scesi, hanno osservato la situazione e se ne sono andati lasciando sul posto la vettura danneggiata. La polizia municipale li ha rintracciati anche grazie alle telecamere. Il primo incidente c’è stato verso le 2.45, quando un’auto è finita addosso ai pali di regolazione del traffico fra viale Lavagnini e viale Strozzi. Il secondo in piazzale Donatello di giorni, verso le 9.45, dove un veicolo Nissan ha perso la traiettoria e ha tirato giù un semaforo. Dalla macchina sono scesi in due, un ragazzo e una ragazza che hanno chiamato un taxi e se ne sono andati. In entrambi gli incidenti scattano sanzioni ai sensi del Codice della strada e i risarcimenti assicurativi.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro