Firenze, quasi 3mila bambini nati negli ultimi 5 anni grazie al Centro Demetra

La struttura per la procreazione medicalmente assistita, aperta nel 1994, ha inaugurato i nuovi spazi: si potranno seguire oltre 2000 cicli di fecondazione l'anno

Il Centro Demetra

Il Centro Demetra

Firenze, 12 dicembre 2023 - Trentamila coppie aiutate in trent'anni, 2945 bambini fatti nascere negli ultimi 5 anni, 660 gravidanze avviate nei primi 10 mesi del 2023. Sono alcuni numeri che raccontano l'attività del Centro Demetra, uno dei centri di procreazione medicalmente assistita privati-convenzionati più importanti d’Italia, che si avvia a festeggiare nel 2024 i tre decenni di attività.

I dati sono stati presentati oggi in occasione dell'inaugurazione dei nuovi spazi del Centro, nell'immobile adiacente all'attuale sede in via Caccini, alla presenza di Claudia Livi, direttore sanitario Centro Demetra, Simone Bezzini, assessore alla Salute Regione Toscana, Sara Funaro, assessore a Welfare Comune di Firenze, Stefania Saccardi, vicepresidente Regione Toscana, Serena Spinelli, assessore Politiche Sociali Regione Toscana, Blasco de Felice, amministratore delegato Ivirma Italia, Laura Rienzi, Ivirma Global Research Alliance, Filippo Maria Ubaldi, direttore medico Ivirma Italia.

I numeri di questi ultimi anni testimoniano il percorso di forte crescita del Centro che - soltanto nel 2023 (dati al 30/09) - ha effettuato oltre 1730 cicli con transfer embrionale registrando una percentuale di gravidanza pari al 39%, ampiamente superiore alla media nazionale (report ISS del 10 novembre 2023). I cicli a fresco, negli ultimi 10 anni, sono più che raddoppiati passando dai 1002 del 2013 a 2125 nel 2022. Anche l’andamento dei cicli con donazione di gameti ha seguito una curva crescente, dai 98 del 2017 è arrivato ad effettuarne 615 nel 2023 (dati al 30/11/2023).

Inoltre, nel 2010 Demetra ha iniziato ad effettuare diagnosi preimpianto (PGT) arrivando ad affermarsi come centro di riferimento nazionale. Negli ultimi 6 anni, infatti, i cicli per diagnosi preimpianto sono passati da 140 nel 2017 a 724 nel 2022 con oltre 1222 blastocisti biopsiate nel corso dello stesso anno. Gli eccellenti risultati, l’accoglienza e l’organizzazione hanno fatto del Centro Demetra un polo di forte richiamo per le coppie infertili, il cui numero è in continua ascesa, specialmente dalle due regioni limitrofe Lazio e Emilia Romagna.

“Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti, che hanno riscontro anche nell'elevato numero di coppie che si rivolgono a noi” commenta Claudia Livi, direttore sanitario del Centro Demetra. “Per i trattamenti in convenzione in Toscana le liste di attesa sono inferiori ad altre regioni, ma sono ancora troppo lunghe, considerato che il successo del trattamento è strettamente correlato all'età della coppia: più si alza più diminuiscono le probabilità di una gravidanza. Con i nuovi spazi avremo la possibilità di arrivare a supportare oltre 2000 cicli di procreazione assistita all'anno, in ambienti per la diagnostica e le attività correlate alla diagnosi e trattamento della infertilità più confortevoli e accoglienti, ma per diminuire i tempi di attesa è necessario un intervento anche da parte delle istituzioni”.

“Il centro Demetra ha visto venire alla luce in questi anni moltissimi bambini. E i numeri che festeggiamo oggi lo confermano, bambini nati e cresciuti in tutta Italia, perché è da tutta Italia che arrivano le coppie a questo centro, che però è diventato realtà a Firenze - afferma la vicepresidente della Regione Stefania Saccardi - La Toscana si conferma tra le regioni più attrattive per le coppie che desiderano avere un figlio e si rivolgono alle procedure di PMA perché la Toscana è tra le poche regioni che offrono un accesso a tutte le tecniche di fecondazione medicalmente assistita in regime di Servizio Sanitario Nazionale. E da quando il Demetra ha aperto al regime in convenzione, la percentuale è aumentata rispetto al passato”. Centro Demetra è un centro all'avanguardia in Toscana e in Italia che ha sempre avuto collaborazioni positive con il sistema sanitario della nostra regione. C'è un'esperienza che viene da lontano e ha contribuito, insieme al resto degli attori pubblici e privati di questa regione, a far sì che sulla procreazione medicalmente assistita la Toscana si sia collocata nel tempo in una posizione di avanguardia a livello nazionale. Ora ci aspettano nuove sfide” commenta l'assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini.

“E’ un fatto positivo che una realtà importante e che opera in maniera convenzionata con il sistema pubblico accresca la propria capacità di rispondere alle aspettative di tante persone di diventare genitori - dice Serena Spinelli, assessore regionale alle Politiche sociali -. Così come che questi percorsi siano garantiti dalla Regione Toscana, cosa che non avviene in tutte le regioni, affinché siano accessibili a tutti e tutte, a prescindere dalle condizioni economiche. “Il Centro Demetra è una delle realtà d’eccellenza del territorio - commenta l’assessore a Welfare e presidente della Società della Salute di Firenze Sara Funaro -. Con i nuovi spazi, la struttura andrà oltre gli importanti risultati raggiunti finora dando la possibilità a tante coppie di diventare genitori. Grazie al rapporto pubblico-privato convenzionato, Ancora una volta, la nostra sanità dà risposte concrete ai bisogni delle persone”.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro