Autovelox, Calenzano pronto a rallentare. In arrivo tre nuovi dispositivi

Uno in via di Prato, l’altro in via Dante e il terzo in via del Pratignone: tutte strade giudicate pericolose

Autovelox La città pronta a rallentare. In arrivo tre nuovi dispositivi

Autovelox La città pronta a rallentare. In arrivo tre nuovi dispositivi

Calenzano, 10 febbraio 2024 – Sulle strade di Calenzano arrivano tre nuovi autovelox: la prefettura di Firenze ha autorizzato il Comune per l’installazione degli impianti che saranno sistemati, spiegano dall’amministrazione, in luoghi particolarmente pericolosi, dove si sono già verificati incidenti numerosi e anche gravi, con tanti feriti.

Si aggiungeranno all’occhio elettronico già presente in via del Pratignone, direzione Campi Bisenzio: in questo momento sta solo rilevando la velocità, con sanzione che scatta solo in presenza di una volante della municipale.

Da lunedì eleverà le multe da solo e verrà affiancato entro breve da un altro apparecchio gemello sulla corsia opposta, in modo da monitorare entrambi i sensi di marcia. Nel 2023 su questo tratto si sono verificati 9 incidenti stradali, di cui 3 con feriti. L’anno precedente furono 14, di cui 4 con feriti.

In questo tratto dunque avvengono il 10-20% dei sinistri sul territorio ogni anno, per lo più causati dalla velocità elevata, insieme alla disattenzione alla guida. Un altro autovelox andrà in via Dante Alighieri in direzione Sesto Fiorentino.

Nel febbraio 2021 qui morì il Maestro Lorenzo Parigi, travolto mentre attraversava sulle strisce pedonali durante una passeggiata col suo cagnolino.

Nel 2022 gli incidenti sono stati 8, di cui la metà con feriti. Lo scorso anno sono aumentati: 11 sinistri e 6 feriti. Il terzo rilevatore di velocità con annesse multe sarà sistemato in via di Prato, in direzione Sesto Fiorentino, dove lo scorso anno la polizia municipale ha eseguito i rilievi su 15 incidenti di cui 10 con feriti; nel 2022 erano stati ben 19 (8 con feriti).

"L’obiettivo è aumentare la sicurezza di queste strade di collegamento – spiegano il sindaco Riccardo Prestini e la comandante della polizia municipale Maria Pia Pelagatti – soprattutto di notte quando, in assenza di traffico e di controlli mirati, la velocità aumenta in maniera sensibile. Nonostante rotatorie, piste ciclabili separate e una maggiore illuminazione, metà degli incidenti su queste strade continuano ad avvenire per eccesso di velocità. I dispositivi di controllo servono da deterrente, promuovo comportamenti rispettosi, aumentano la sicurezza e riducono l’incidentalità".

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro