Arte Quei quadri rubati vent’anni fa. Restituiti a Barberino dai carabinieri

I dipinti erano spariti nei ’90 dalla chiesa di Santa Maria a Vigesimo e sono stati ritrovati in Umbria

Arte Quei quadri rubati vent’anni fa. Restituiti a Barberino dai carabinieri

Arte Quei quadri rubati vent’anni fa. Restituiti a Barberino dai carabinieri

Sono sedici i dipinti recuperati dal Nucleo carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale di Firenze e restituiti ai legittimi proprietari. I quadri, di epoca moderna, erano stati rubati tra la fine anni novanta e l’inizio degli anni duemila tra Barberino , Piemonte, Veneto, Marche e Lombardia. "Opere il cui valore è difficilmente quantificabile ma parliamo di centinaia di migliaia di euro" spiega Claudio Mauti, maggiore dei carabinieri . Le indagini sono iniziate grazie al controllo dei siti internet di settore e anche di immagini relative a palazzi o edifici storici. Sulla pagina web di una struttura ricettiva che si trova a Umbertide (Perugia), usata per promuovere i ricevimenti, i militari hanno notato, affisse alle pareti del salone, due delle tele asportate alla Chiesa di Santa Maria a Vigesimo di Barberino del Mugello. In seguito a una perquisizione, sono state rinvenute le restanti 12 opere. È stato possibile riscontrare la provenienza furtiva dei beni sequestrati, grazie agli accertamenti svolti in tempo reale, mediante la consultazione della "Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti" gestita dal Comando carabinieri Tutela patrimonio culturale.

Si è constatata, inoltre, l’estraneità ai fatti per l’imprenditore, titolare della struttura, il quale è risultato essere stato raggirato da un noto ricettatore, oggi deceduto e che viveva nella provincia di Perugia. Quest’ultimo, nel corso del tempo, gli ha venduto le sedici opere d’arte che sono state restituite ai legittimi proprietari o eredi. In particolare, quattro dei dipinti trafugati, in cornice ottagonale, sono stati rubati nell’aprile del 2000 dalla chiesa di Santa Maria a Vigesimo di Barberino del Mugello. Cinque, in cornice tonda, furono presi nell’agosto del 2001 dalla chiesa di Sant’Agapito a Lombardore in provincia di Torino mentre tre dipinti furono rubati ad un privato nel 1999 a Novi Ligure. Il furto di un quadro dal Palazzo Municipale di Potenza Picena in provincia di Macerata invece risale al 1997 mentre nel 1999 vennero rubati due dipinti ad un antiquario di Bovolone in provincia di Verona e un quadro nella chiesa parrocchiale di Moscazzano a Cremona. "Siamo grati per questi ritrovamenti – sottolinea Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze – anche se dalla chiesa di Barberino mancano ancora due dipinti: spero che tornino indietro al più presto". "Queste restituzioni sono un esempio dell’ottimo lavoro svolto dai carabinieri . Ma, soprattutto, rispondono alle esigenze di una collaborazione sempre tra gli organi preposti alla tutela delle opere d’arte" sottolinea il direttore degli Uffizi Schmidt

Rossella Conte

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro