"L’alveare" si allarga a Rignano: i locali della parrocchia in piazza XXV Aprile messi a disposizione da don Gabriele, diventano il luogo di distribuzione del progetto internazionale sbarcato anche nel Valdarno. Il gruppo di acquisto con ordini e pagamenti virtuali, si riversa nella realtà sull’economia locale. Le famiglie valdarnesi che vogliono acquistare dai produttori aderenti, si devono iscrivere virtualmente al sito dell’"Alveare che dice sì" e scegliere la loro spesa tra i prodotti proposti in base alla stagionalità: frutta, verdura, carne, pasta, farine, formaggi, marmellate, gelati, pizza sono tutti valdarnesi. Gli ordini vanno inviati entro la domenica e saranno consegnati nel centro parrocchiale il martedì dalle 17,30 alle 19,30 a partire dal 23 giugno oppure a domicilio. L’obiettivo dell’Alveare, spiega il coordinatore Luca di Fjordì, "è promuovere un modello economico sostenibile di rete che dia sostegno ai piccoli produttori e alle nostre eccellenze".

Il progetto piace al Comune: "Ha un grande valore perché promuove i prodotti tipici del Valdarno e l’economia locale e diffonde la cultura del mangiare sano per il benessere della salute e dell’ambiente" commenta l’assessore Sonia Tinuti.

Manuela Plastina