Elisoccorso (foto d'archivio)
Elisoccorso (foto d'archivio)

Montelupo Fiorentino (Firenze), 8 giugno 2019 - Aveva figli ed era separata dal marito, la donna quarantenne che nel pomeriggio di oggi si è tolta la vita a Montelupo Fiorentino, in via del Turbone.

Una fine terribile: a quanto si è appreso, intorno alle 16,30 la donna è arrivata con la propria auto nel parcheggio del campo sportivo di Montelupo, è scesa e ha usato la bottiglia di benzina che aveva portato con sé per darsi fuoco poco dopo aver imboccato a piedi la pista ciclabile.

Una scena agghiacciante alla quale hanno assistito molte persone. Proprio alcuni passanti sono stati i primi a intervenire, usando le loro borracce per cercare di spegnere le fiamme. Poi sul posto sono arrivati carabinieri, 118, vigili del fuoco e l'elisoccorso regionale Pegaso.

La donna è stata portata nel reparto grandi ustionati dell'ospedale di Pisa, dove è spirata poco dopo: aveva il 90% del corpo ustionato, impossibile sopravvivere. La magistratura ha disposto la restituzione della salma alla famiglia quindi non è stato ritenuto necessario procedere all'autopsia.

Da quanto ricostruito dai carabinieri, i motivi che hanno spinto la ragazza al folle gesto sono da ricondurre alla sfera sentimentale: sul telefono sono stati trovati alcuni messaggi che annunciavano tale intenzione. Una delusione d'amore che ha pagato con la vita e che lascia orfani due bambini. Quale amore può valere tanto?