Serie su Boccaccio, Certaldo esclusa: "Netflix mi ha spiegato i motivi"

Il sindaco Cucini: "Niente riprese qui? Scelta logistica. Sono rimasto sorpreso ma ho avanzato proposte"

Serie su Boccaccio, Certaldo esclusa: "Netflix mi ha spiegato i motivi"
Serie su Boccaccio, Certaldo esclusa: "Netflix mi ha spiegato i motivi"

La mancata inclusione di Certaldo nelle riprese della serie televisiva ispirata a Giovanni Boccaccio da parte di Netflix sarebbe dovuta ad una scelta logistica attuata dalla società di produzione, che avrebbe preferito girare il grosso delle scene a Cinecittà. Lo ha fatto sapere il sindaco Giacomo Cucini, replicando così in maniera indiretta anche alle “stoccate“ della Lega e del docente di storia dell’arte Massimo Tosi (che avevano accusato la sua amministrazione di non esser stata in grado di promuovere in maniera efficace e convincente l’immagine del paese. "Abbiamo appreso dai giornali che in questi giorni Netflix girerà in Italia una serie ispirata all’opera letteraria di Giovanni Boccaccio, dal titolo “The Decameron“ – ha spiegato Cucini – siamo rimasti sorpresi e con curiosità abbiamo contattato direttamente Netflix, che ha gentilmente chiarito alcuni aspetti riguardanti la scelta delle location per le riprese. Ci è stato spiegato che la produzione americana ha deciso di girare principalmente a Cinecittà, non per trascurare Certaldo o la sua importanza storico-culturale legata a Boccaccio, ma per ragioni pratiche e logistiche".

Lo sceneggiato da distribuire poi sulla piattaforma online sarà quindi girato fra Roma, la provincia di Viterbo e Firenze capoluogo. Non è tuttavia detto che Certaldo non venga menzionata nel corso della serie: sotto questo aspetto non sono arrivate né conferme né smentite. E magari, un’eventuale menzione di Certaldo rappresenterebbe idealmente una sorta di “risarcimento“ al borgo, suffragato peraltro dalla Storia. Oltre che un’ulteriore traino per quel che riguarda il turismo. "Abbiamo appreso inoltre che le riprese della serie sono state praticamente quasi ultimate – ha concluso Cucini –. Tuttavia abbiamo avanzato delle proposte e abbiamo approfittato dell’occasione per ribadire che Certaldo, città natale di Boccaccio, sede della Casa del Boccaccio e dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, è un luogo carico di storia e di cultura, parte integrante dell’Associazione Dimore Storiche, e che avrebbe costituito un valore aggiunto per la realizzazione della serie".