Agenzia delle entrate
Agenzia delle entrate

Roma, 1 settembre 2021 – Un mese particolarmente caldo dal punto di vista delle scadenze fiscali. Dopo la pausa di agosto, imprese e cittadini tornano ad avere a che fare con i pagamenti di imposte e cartelle esattoriali. Ecco i principali adempimenti fiscali del mese.

1 settembre – ripresa dell'attività di riscossione
Sono in arrivo nuove cartelle esattoriali e ripartono le procedure di riscossione, cautelari ed esecutive. Da settembre riprende infatti l'attività di riscossione e notifica di nuove cartelle da parte dell'Agenzia delle Entrate. Entro il 30 settembre i contribuenti devono inoltre saldare le rate degli atti sospesi dal 21 febbraio 2020 per le zone rosse e dall'8 marzo 2020 per tutta Italia e chi ha aderito alla rottamazione-ter è tenuto a saldare entro la fine del mese la rata in scadenza il 31 luglio 2020.

2 settembre – contributi a fondo perduto per lavoratori stagionali
I lavori stagionali, come previsto dal Decreto sostegni bis, possono presentare fino al 2 settembre la domanda per il contributo a fondo perduto che viene parametrato alle perdite dei ricavi subite nei mesi precedenti.

6 settembre – contributi a fondo perduto per i locatori
Ultimo giorno da parte dei locati per presentare la richiesta per ottenere il contributo a fondo perduto riconosciuto ai proprietari che hanno ridotto il canone di locazione di immobili abitativi con contratto non successivo al 29 ottobre 2020.

15 settembre – scade la proroga dei versamenti stabilita dal Decreto Sostegni
Entro questa data chi ha usufruito della proroga, senza maggiorazione, dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, Irap e Iva che scadono dal 30 giugno al 31 agosto 2021 deve pagare quanto dovuto al fisco. Rientrano nella proroga i soggetti che esercitano attività economiche a cui si applicano gli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascun indice dal relativo decreto di approvazione del ministro dell’Economia e delle Finanze. Pagamento differito anche per i contribuenti che, per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020, applicano il regime forfetario agevolato, il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, per ii soggetti che partecipano a società, associazioni e imprese, coloro che determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfetari o, infine, che ricadono nelle altre cause di esclusione dagli Isa.

30 settembre – scadenza presentazione 730
Ultimo giorno per inviare la dichiarazione dei redditi 2021 (730 ordinario o precompilato), mentre per il Modello Redditi Persone fisiche c'è tempo fino al 30 novembre.

30 settembre – fatturazione elettronica
Sempre entro fine mese l'Agenzia delle Entrate dà la possibilità di aderire al servizio per consultare e visionare le fatture elettroniche. Prevista al 30 settembre anche la scadenza del pagamento delle imposte di bollo sulle fatture elettroniche emesse nei primi sei mesi del 2021.