Cosa fare con gli avanzi di Natale: ecco alcune ricette per non buttare via niente

Come creare piatti originali e creativi dagli eccessi dei menù delle feste

Firenze, 26 dicembre 2023 - Un’abbuffata di cibo che per più di un fiorentino su due ogni anno si traduce in almeno due chili di avanzi, tra pasta fatta in casa, piatti di carne, patate e salumi ma anche panettoni che spesso nemmeno vengono sbustati. Nessun problema, dagli avanzi possono nascere ricette originali e diventare irriconoscibili e molto appetitosi con qualche altro trucchetto.

Ecco allora alcune idee di piatti salva-avanzi. Se avete fatto un brodo di carne per preparare un primo in umido il giorno di Natale, si possono tritare i resti aggiungendo formaggio grattugiato, uova e pan grattato che lega e insaporisce. Create delle polpette, impanatele nella farina e friggete in padella o cuocete al forno, a seconda dei vostri gusti. Il pesce in più, invece, può essere utilizzato per preparare un risotto. In padella fate appassire una cipolla, aggiungete il riso, poi il vino bianco e il brodo caldo. Dopo aver pulito il pesce del giorno prima da lische e pelle, unite gli avanzi a cottura quasi ultimata e il ristotto sarà pronto. Puoi usare il salmone avanzato per fare gustose tagliatelle con salmone e philadelphia: basta far rosolare il salmone tagliato a pezzetti grossolani in una padella capiente, con qualche foglia di salvia, senza olio, per pochi minuti. Oppure si può usare per guarnire dei crostini. Le verdure? Possono essere aggiunte a un brodo per una zuppa o trasformate in una vellutata o addirittura in una frittata. Se la pasta al forno della nonna per molti è perfino più buona il giorno dopo appena riscaldata in forno e non ha bisogno di ulteriori consigli, le patate al forno avanzate così come salame e affettati insieme a burro, uova, sale, pepe, e un po' di formaggio possono trovare una nuova vita in un gateau, uno dei piatti più importanti di importazione francese. Una valida alternativa è la torta salata, una ricetta facile e veloce: la pasta sfoglia si può trovare anche in supermercato.

Infine, dulcis in fondo. I panettoni e i pandori, che molto spesso restano dentro la scatola, sono ottimi da mangiare a colazione, appena tostati e accompagnati a marmellata o nutella. Oppure, per evitare di ripetere la stessa colazione per mesi, si può preparare un tiramisù da servire dopo un pranzo o una cena fra amici. Che altro dire? Buon appetito.