Il rapper diventa caso politico: "Canzoni con frasi sessiste". Sì all’esibizione, ma depurata

Interrogazione contro la presenza di Mudimbi a Marina di Massa. Lui rassicura: "Nessuna performance artistica lesiva di donne, minoranze etniche e disabili"

Il rapper Mudimbi

Il rapper Mudimbi

Massa Carrara, 31 dicembre 2023 – Due canzoni hanno tenuto con il fiato sospeso una intera città. Due canzoni dai titoli sui generis, ovvero "Supercalifrigida" e "Schifo", inserite nel repertorio giovanile di un rapper amato dai ragazzi, Mudimbi – ha partecipato con successo nel 2018 a Sanremo Giovani – che sarà ospite questa sera al concerto di Capodanno di Marina di Massa. E l’hanno tenuta in scacco al punto da avere la ’ribalta’ durante l’ultimo consiglio comunale, andato in scena venerdì sera. Ree di contenere, in alcuni passaggi, frasi sessiste e contro le minoranze, insomma controverse. Ma il rapper, tramite la sua agenzia, ha fatto sapere che "non verrà eseguita nessuna performance artistica che possa essere considerata lesiva in qualsiasi modo verso: donne, minoranze etniche, minoranze religiose e tantomeno verso i portatori di handicap". Il cantautore di San Benedetto del Tronto, Michel Mudimbi, che ha partecipato alla 68esima edizione di Sanremo nella sezione nuove proposte classificandosi al terzo posto (vincendo il premio Assomusica per la migliore performance, con la canzone ‘Il Mago’), ha tenuto... banco durante l’assise massese, a margine della quale il sindaco Francesco Persiani ha puntualizzato: "La censura non appartiene a uno Stato democratico e anzi la libertà deve essere la più ampia. Ma al tempo stesso, è anche vero che i testi non devono andare oltre certi limiti". Intanto l’agenzia dell’artista, atteso per questa sera alle 21.30 sul palco di piazza Betti sul lungomare massese, precisa che quelle due canzoni ’incriminate’ sono fuori dalla scaletta dell’artista ormai da diverso tempo. E viene messo in evidenza come esse siano "figlie di un periodo produttivo ormai lontano dell’artista. Assicuriamo – conclude e rassicura l’agenzia Star M – che le canzoni indicate non verranno riprodotte nella serata di Capodanno" a Massa. "Tanto rumore per nulla, è stata innescata una polemica strumentale e di origine prettamente politica. Quelle canzoni non erano in programma", ha chiosato all’indomani dell’assise in palazzo civico il primo cittadino Francesco Persiani, che replica così alle accuse. "Quella che saluta l’anno agli sgoccioli dev’essere una serata all’insegna del divertimento – conclude Persiani – e come sempre si vuole fare in modo che tutto questo sparisca e rimanga solo un’inutile polemica. Non stavolta".