David di Donatello, i toscani in corsa: da Ceccherini a Dalia Colli e Cantini Parrini

La cerimonia di premiazione andrà in onda venerdì 3 maggio su Rai 1

Massimo Ceccherini (Ansa)

Massimo Ceccherini (Ansa)

Firenze, 3 aprile 2024 – Nell’edizione che consacra il film di Paola Cortellesi “C’è ancora domani” (19 candidature), anche quest’anno la Toscana non mancherà ai David di Donatello

Due nomi sono quasi “immancabili”: il costumista Massimo Cantini Parrini per “Comandante” e la livornese Dalia Colli per “Io capitano”, sia per il trucco che per le acconciature.

C’è poi Massimo Ceccherini, cosceneggiatore di “Io capitano” di Matteo Garrone, già candidato agli Oscar come film straniero (con tanto di polemica per una frase infelice detta dall’attore fiorentino proprio alla vigilia della cerimonia di premiazione).

Da citare anche Alice Rohrwacher in corsa con “La chimera” come miglior film e regia: fiesolana di nascita, anche se è cresciuta in Umbria.