Vadi è pronta a ripartire: "Serve una marcia in più"

Primo atto giovedì scorso con una cena con 150 persone che la sostengono. L’insegnante punta a proseguire i lavori messi in cantiere negli ultimi anni.

Vadi è pronta a ripartire: "Serve una marcia in più"

Valentina Vadi sindaco uscente, ieri si è presentata per il secondo mandato

"Fare, da sindaca". È questo lo slogan che accompagnerà la corsa elettorale di Valentina Vadi, che ieri pomeriggio ha presentato alla città la sua candidatura per un secondo mandato alla guida di San Giovanni.

Primo atto giovedì scorso, con la cena al circolo del Ponte alle Forche alla presenza del capogruppo Pd in Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, mentre ieri il primo cittadino ha aperto ufficialmente la campagna elettorale inaugurando la sede del suo comitato in Corso Italia 60. Uno spazio in cui campeggia un monitor che proietta le immagini delle opere pubbliche portate a termine dal 2019. "La cena di giovedì - ha spiegato Vadi - ha visto la partecipazione di 150 persone, un segnale importante che ci dà una marcia in più. Il comitato elettorale, invece, sarà il nostro punto di riferimento in città, un luogo di ascolto e di confronto aperto a tutti i cittadini. Partiamo con grandissima umiltà, che ritengo sia il mio tratto distintivo, consapevoli anche dei risultati raggiunti in questi cinque anni: abbiamo affrontato il Covid e messo in campo tanti investimenti pubblici, tra Pnrr, convenzione con Autostrade e terre della Tav solo per fare alcuni esempi. Per non parlare dei privati, con la creazione del nuovo stabilimento Abb e del progetto di Visia a sud".

Presente al taglio del nastro per benedire la candidatura anche il sindaco di Cavriglia Leonardo Degl’Innocenti o Sanni. L’insegnante di lettere ha poi elencato alcuni punti del programma che è in costruzione. "I tavoli di lavoro - ha aggiunto - si sono già riuniti due volte e sono stati molto partecipati. Un nuovo appuntamento si terrà la prossima settimana e il programma è in via di definizione. Tra i punti sui cui occorrerà spendersi maggiormente c’è senza dubbio la realizzazione della passerella ciclopedonale sull’Arno e il progetto di rigenerazione urbana ‘Tra Natura e Cultura’. Ci sarà spazio anche per la riqualificazione di viale Diaz ed un restyling di Corso Italia, che ne ha veramente bisogno". L’accordo con i partner di coalizione si chiuderà questa settimana. Vadi lo ha definito un gruppo "valido e motivato". Il segretario del Pd Andrea Romoli ha sottolineato che il partito "è riuscito ad aggregare nuove forze del centrosinistra attorno alla candidatura di Valentina Vadi. Da questo punto di vista lo considero un obiettivo raggiunto, perché non era nostra intenzione presentarci alle urne da soli, ma con un’alleanza più larga possibile". L’alleanza di centrosinistra, come già anticipato da La Nazione, potrebbe essere formata da Pd, Avs e da una lista centrista di cui farebbe parte Per Un’Altra San Giovanni. "Veniamo da cinque anni di ottima amministrazione - ha sottolineato Romoli - Siamo molto soddisfatti, ma adesso si riparte da zero. I tavoli vanno avanti ormai da alcune settimane e al termine del percorso partecipativo verrà stilato il programma definitivo".