Thomas Lorenzetti
Thomas Lorenzetti

Arezzo, 23 maggio 2020 - Un altro tragico schianto: anzi, uno dei primi dopo la fine del lockdown, che aveva quasi azzerato gli incidenti stradali. 

Un quarantenne è morto per le ferite riportate in un incidente avvenuto oggi pomeriggio a Chiusdino,nel senese. Per cause ancora tutte da chiarire, la sua moto è uscita di strada schiantandosi contro una Renault Kangoo, uno dei mezzi da sette posti.

Forse all'uscita da una curva il centauro, che pure era un motociclista molto esperto, ha perso il controllo della due ruote, andata a schiantarsi contro l'auto: e nell'impatto la moto avrebbe anche preso fuoco.

A perdere la vita è stato un uomo di Castiglion Fiorentino, molto conosciuto non solo nel paese: si chiamava Thomas Lorenzetti e risulta tra i gestori del Velvet Underground, uno dei più frequentati locali di buona musica e intrattenimento, da anni uno dei punti di riferimento nel mondo dei locali della notte.

Da una prima ricostruzione era insieme ad alcuni amici, per un giro in moto nella zona del senese: e sono stati loro i primi a dare l'allarme e a tentare di soccorrerlo. Tra loro vicesindaco di Arezzo che  ha tentato di rianimarlo insieme ad un medico che si è trovato sul posto ma per Thomas  non c'è stato niente da fare. Era partito con quattro amici, tra cui il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, per una gita con la moto che peraltro aveva appena comprato. Dopo l'impatto con il furgone, accaduto sotto gli occhi degli amici, Gamurrini è corso per cercare di rianimarlo ma dopo un'ora di tentativi il 40enne è morto. In buone condizioni fisiche ma profondamente sconvolto l'amico amministratore che a Castiglion Fiorentino ha una casa e che conosceva la vittima da tempo.