Ruba cibo dalla sagra e lo usa per imbrattare la piazza. Tutto è nato da un litigio

Il colpevole è un turista laziale: dopo un diverbio con la coinquilina ha cominciato a lanciare formaggio e olio dalla finestra

La polizia municipale ha individuato l'autore dei danneggiamenti

La polizia municipale ha individuato l'autore dei danneggiamenti

Monte San Savino (Arezzo), 16 ottobre 2023 – Una storia che ha davvero dell’incredibile quella che arriva da Monte San Savino, dove circa un mese fa ci fu un grosso furto di prodotti tipici da uno stand e un episodio di danneggiamento del centro storico durante la storica Sagra della porchetta.

La polizia municipale, attraverso l'esame delle telecamere e l'ascolto di testimoni, ha individuato un turista laziale di 44 anni che prima avrebbe rubato i prodotti poi, durante una lite con l'amica con la quale divideva l'appartamento per il soggiorno nel comune dell'aretino, li avrebbe lanciati dalla finestra, danneggiando muri e fondo stradale del centro storico. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, l'uomo, avrebbe rubato dagli stand due grosse forme di formaggio, delle bottiglie di olio, del miele, dell'aglione e altri prodotti per un bottino di circa 600 euro, e poi nascosto tutta la refurtiva nell'appartamento dove soggiornava.

La notte successiva, a seguito di una lite furiosa con la coinquilina, forse vedendosi scoperto e accusato dalla stessa, in preda all'ira aveva lanciato i prodotti rubati dalla finestra deturpando e imbrattando il lastricato storico della piazza, e creando un pericolo per i cittadini che ancora si aggiravano per le vie del centro. Il 44enne, residente a Rignano Flaminio, è stato denunciato dalla polizia municipale per furto aggravato, imbrattamento, deturpamento di patrimonio storico e lancio pericoloso di oggetti.