Francesca Romana Ciangola ha assunto la guida del provveditorato: 50 anni, romana anche di fatto, lavorava al Comune di Roma, una bella carriera amministrativa
Francesca Romana Ciangola ha assunto la guida del provveditorato: 50 anni, romana anche di fatto, lavorava al Comune di Roma, una bella carriera amministrativa
di Alberto Pierini Benvenuta ad Arezzo "Grazie, è un piacere essere qui". Francesca Romana Ciangola sale da nuovo provveditore al timone della scuola. Raccoglie l’eredità di Roberto Curtolo ("Persona squisita e gran professionista") e sposta di circa due ore il baricentro della sua vita, dalla capitale a piazza Grande Mai stata ad Arezzo? "Una volta sola, tanti anni fa" Beh, ma da Roma è una passeggiata... "Sì, ma non sono mai stata una gran viaggiatrice" Quindi preoccupata? "No, perché mai. Motivata:molto motivata" Debutta ad Arezzo e insieme anche nel pianeta scuola.. "E’ vero: non...

di Alberto Pierini

Benvenuta ad Arezzo

"Grazie, è un piacere essere qui". Francesca Romana Ciangola sale da nuovo provveditore al timone della scuola. Raccoglie l’eredità di Roberto Curtolo ("Persona squisita e gran professionista") e sposta di circa due ore il baricentro della sua vita, dalla capitale a piazza Grande

Mai stata ad Arezzo?

"Una volta sola, tanti anni fa"

Beh, ma da Roma è una passeggiata...

"Sì, ma non sono mai stata una gran viaggiatrice"

Quindi preoccupata?

"No, perché mai. Motivata:molto motivata"

Debutta ad Arezzo e insieme anche nel pianeta scuola..

"E’ vero: non sono mai stata nè insegnante nè preside"

E qui non mancheranno di farglielo notare..

"Che dire? Hanno ragione. Però..."

Però?

"Beh, sono convinta che anche un’esperienza amministrativa come la mia possa servire al mondo della scuola"

Come?

"Sono ruoli che passano in un ambito strettamente scolastico ma sul piano organizzativo certe competenze chieste dal concorso sono fondamentali"

Quindi autosufficiente?

"No, no: ho tutto da imparare da insegnanti e personale scolastico, presidi in testa"

Perché proprio i presidi?

"Sono chiamati ad aprire le scuole in questa situazione: sono veri eroi"

Addirittura..

"Sì, lo dico anche da mamma: mia figlia fa le medie, tornare in classe è fondamentale"

Meglio della didattica a distanza..

"E’ stata un’esperienza formidabile. portare l’anno scolastico a compimento in quelle condizioni merita solo il grazie di tutti"

Però?

"Però la formazione che nasce dal confronto quotidiano, dall’incontro è un’altra cosa"

E ora sta a lei consentire l’apertura in presenza..

"Sì e me lo ripeto tutti i giorni"

Già avuti i primi contatti?

"Ho incontrato la presidente della Provincia, il comandante dei carabinieri e il Vescovo"

L’effetto?

"Ho percepito da tutti un grande senso dello Stato"

Anche dal Vescovo?

"Proprio così, una disponibilità rara di mettere a disposizione ambienti e spazi"

Che sono il vero problema..

"Eh sì, non c’è dubbio"

Ma poi sta a lei col personale..

"E’ chiaro, ogni aula vuole professionisti. Ma.."

Un altro ma?

"Le nuove assunzioni dipendono dalle risorse a disposizione"

Cioè quante?

"Lo sapremo presto, spero fin dai prossimi giorni"

Ha già preparato gli uffici ad un agosto di fuoco?

"Non ce n’è stato bisogno, sono già impegnati al massimo"

Organico di diritto a posto?

"Sì, ora vediamo gli ampliamenti legati al Covid"

Romana romana?

"Sì e se vuole saperlo anche romanista"

La giornata più brutta?

"La coppa campioni persa con il Liverpool: avevo 12 anni"

Un impegno?

"Vorrei semplificare il linguaggio e la comunicazione"

Quindi stop a termini come secondaria di primo grado?

"Non posso fare rivoluzioni ma la chiarezza è un valore. Il mio esempio è Tullio De Mauro"

Lei scrive da anni su riviste della scuola..

"Sì, nel rispetto delle regole e dei limiti"

Dunque mai insegnante ma la scuola non le è sconosciuta..

"No, spero proprio di no"

Una risata liberatoria, rigorosamente romana: e le due ore di distanza sembrano più brevi.