Lorenzo Allegrucci e la polemica con Cuzzoni. “Infangata la mia reputazione”

L’assessore interviene per la prima volta dopo l’attacco di Cuzzoni sull’inchiesta di Fanpage.

Lorenzo Allegrucci

Lorenzo Allegrucci

Arezzo, 04 luglio 2024 – Dopo la bufera politica che si è scatenata in questi giorni, con il post sui social pubblicato dal consigliere comunale del Pd di Montevarchi Samuele Cuzzoni, che ha attaccato duramente l'assessore di Fratelli d'Italia Lorenzo Allegrucci, chiedendogli di prendere le distanze dalle frasi antisemite emerse nell'inchiesta di Fanpage su Gioventù Nazionale, ovvero sul movimento giovanile di FdI, è arrivata la risposta dello stesso Allegrucci. Risposta arrivata anche a seguito di alcune uscite pubbliche dell'Anpi Valdarno e dell'associazione "Casa Comune Montevarchi". L'assessore ha spiegato di aver ricevuto in questi giorni tanti messaggi di solidarietà, anche da politici del Partito Democratico. "Non ho alcun problema a prendere le distanze dalle frasi antisemite e razziste che si sentono nel servizio di Fanpage, come peraltro hanno già fatto sia i vertici di Gioventù Nazionale e di Fratelli d'Italia - ha detto Allegrucci - Voglio invece contestare fortemente il metodo utilizzato da Cuzzoni, che per l'ennesima volta mi rivolge attacchi più personali politici, per giunta su piattaforme social e non nei luoghi preposti per il confronto politico come il consiglio comunale. Ha infangato la mia reputazione, permettendosi addirittura di creare dei fotomontaggi per associare il titolo di Fanpage a dei volti e delle facce che ovviamente non c'entrano niente con quell'inchiesta".

L'assessore ha confermato la volontà di valutare se intraprendere azioni legali. Intanto la Segreteria del movimento Prima Montevarchi ha espresso piena solidarietà all'assessore Lorenzo Allegrucci, capogruppo di PM nella precedente consigliatura, per quella che è stata definita "un'aggressione del tutto gratuita e immotivata che ha subito dal consigliere Samuele Cuzzoni del Pd, con un post su Facebook con il quale lo si accosta a frange estremiste, fasciste e antisemite, chiedendogli conto e scuse di fatti a lui non certo ascrivibili ne' personalmente ne' politicamente, eventi per cui niente c'entra l'attività amministrativa di Allegrucci", ha puntualizzato Prima Montevarchi. "Fin quì non ci sarebbe da meravigliarsi, perchè Cuzzoni non è nuovo ad uscite e proclami "fuori dalle righe", ma nello stesso tono si è mossa Casa Comune di cui fa parte l'ex Sindaco Valentini e alcuni della sua giunta, l'Anpi e, poco fa, anche il Pd - ha aggiunto il movimento - Allora non possono essere più frasi in libera uscita per mettersi in mostra di un consigliere del Pd, ma di una vera e propria aggressione orchestrata nei confronti di una persona come Allegrucci, che della moderazione ed educazione ha sia stile di vita che visione politica. E questo lo sanno bene anche i suoi oppositori. Pertanto - ha concluso Prima Montevarchi - se vorrà ricorrere alle vie legali per tutelare la sua persona ed il suo nome, ci troverà solidali e comprensivi. Perchè a tutto c'è un limite".