L'ambito turistico della Valdichiana Aretina studia strategie di rilancio

Progetti di rilancio ai tempi del Coronavirus. Fare sistema e cercare di incrementare il turismo nazionale. Via alle iniziative all'aperto

turisti a Cortona
turisti a Cortona

Cortona, 14 maggio 2020 - I rappresentanti dell’ambito turistico della Valdichiana aretina, su sollecitazione del comune capofila Cortona, si sono riuniti per definire programmi e strategie comuni.“Occorre farci trovare pronti ad accogliere i turisti che arriveranno”, hanno ribadito unanimemente. 

Attualmente è in corso un progetto di promozione denominato “Start up ambito Valdichiana Aretina” che conta un finanziamento regionale di 85 mila euro e che ha già prodotto alcuni passaggi come il lancio nei canali social Youtube, Facebook e Instagram delle pagine “Valdichiana Toscana”. In contemporanea, la società vincitrice del bando sta lavorando ad un adeguamento e un restyling del materiale informativo per le piattaforme regionali Visit Tuscany oltre alla realizzazione di materiale cartaceo da distribuire negli info point turistici. Il Centro Studi Turistici di Firenze è partner di supporto dei Comuni per la fase di start up con una serie di attività finalizzate a portare avanti questi obiettivi.

“L’emergenza Covid-19 ci sta mettendo nella condizione di ripensare alcune strategie promozionali già messe in campo”, spiega il vicesindaco di Cortona Francesco Attesti con deleghe al turismo e cultura. “Tutti i comuni della Valdichiana sono d’accordo nel ritenere che vada spinta e migliorata la promozione di tutto il territorio passando dalle nostre bellezze architettoniche fino all’enogastronomia”. Vista l’attuale e forte incertezza del mercato turistico, l’intenzione è quella di destinare parte delle risorse in una promozione di ambito mirata in alcune regioni italiane a partire da quelle più vicine come Lazio e Umbria, fino ad arrivare a realtà che già in passato avevano registrato flussi turistici significativi come Campania, Lombardia o Veneto.

“Non dovremo farci trovare impreparati – spiega ancora Attesti- e per questo ogni comune sta cercando di studiare pacchetti turistici, ma anche eventi da svolgere soprattutto all’aperto”. Il Comune di Cortona sta per esempio valutando iniziative sia nell’arena del parterre nel centro storico sia al parco archeologico. Castiglion Fiorentino punterà sul cinema all’aperto, mentre altri comuni stanno lavorando per implementare percorsi trekking e cicloturistici.

È importante dare un segnale anche di riapertura dei musei. Cortona per esempio riaprirà le porte del Maec il 29 maggio al momento solo per i fine settimana. “ Al momento abbiamo deciso una riapertura light che contiamo di incrementare qualora i flussi turistici saranno maggiori”.

Intanto l’ambito turistico valdichiana aretina prosegue il suo cammino. Settimana prossima uscirà un ulteriore bando per l’affidamento ad un tour operator di incoming di un ulteriore progetto di promozione turistica del territorio attraverso pacchetti dedicati.