GAIA PAPI
Cronaca

La savinese Italfimet in fiera a Mumbai con le novità della galvanica

L’azienda sarà presente da venerdì 9 a lunedì 12 febbraio alla fiera internazionale JMAIIE in India

Luca Capaccioli e Diego Liberatori

Luca Capaccioli e Diego Liberatori

Arezzo, 5 febbraio 2024 – Da Monte San Savino a Mumbai: la Italfimet approda in India con le più recenti innovazioni della galvanica.

L’occasione è fornita dal JMAIIE, prima mostra internazionale dedicata esclusivamente a macchinari e impianti per l’industria dell’oro e del gioiello, che riunirà produttori da tutti i continenti nell’importante metropoli del Sud Est Asiatico e che permetterà alla storica realtà savinese di vivere ulteriori occasioni di incontro e confronto con un mercato in forte sviluppo.

L’evento, in programma da venerdì 9 a lunedì 12 febbraio al Bombay Exhibition Centre, offrirà alla Italfimet una prestigiosa vetrina dove presentare il nuovo brevetto per l’elettroformatura per catene già assemblate.

Questa novità è frutto degli investimenti in ricerca e sviluppo condotti nello stabilimento dell’azienda di Monte San Savino per ottimizzare, efficientare e velocizzare la produzione di gioielli e altri accessori in metallo, con una particolare attenzione rivolta all’ecosostenibilità e alla riduzione dei costi.

Il processo galvanico dell’elettroformatura poteva in precedenza essere effettuato solo sulle singole maglie di una catena, ma la sinergia tra laboratorio chimico e reparto tecnico-ingegneristico della Italfimet ha permesso di progettare e realizzare un macchinario all’avanguardia di cui è stato depositato il brevetto per la lavorazione di prodotti fino a un metro e mezzo di lunghezza con significativi benefici in termini di tempo e risorse.

L’azienda, nata nel lontano 1992 e forte di cinquanta dipendenti divisi in cinque sedi tra la Toscana e il Veneto, ha presentato questo processo in anteprima assoluta nell’ultima edizione di VicenzaOro e potrà ora ampliare i propri orizzonti commerciali attraverso il network della fiera JMAIIE con l’obiettivo di consolidare la propria presenza nel mercato asiatico.

«L’evento di Mumbai - commenta Diego Liberatori, responsabile commerciale estero, - conferma il nostro ruolo di ambasciatori nel mondo dell’innovazione “made in Italy”.

Questa trasferta sarà una tappa importante del nostro calendario fieristico per incontrare produttori dell’intero Sud Est Asiatico, mercato dove già siamo presenti con una ramificata rete di rivenditori e tecnici, e per presentare le evoluzioni dei trattamenti galvanici sviluppate dai nostri laboratori in ambito chimico, impiantistico e elettronico, a partire dall’elettroformatura per catene che configura una vera e propria rivoluzione nei settori di oreficeria, gioielleria e alta moda».