di Laura Lucente Abbiamo tutti bisogno di sperare, tirare un sospiro di sollievo, sorridere. La storia di Teresa ci aiuta a farlo. Lo facciamo insieme ai suoi genitori uno dei quali non passa certo inosservato, ma che oggi sveste i panni di artista e si concede ai suoi fan dopo tanti mesi di silenzio, raccontando, attraverso le parole della figlia, il calvario che tutti loro hanno attraversato, ma anche la luce infondo al tunnel. Perché Teresa Cherubini, figlia del noto e amatissimo cantante cortonese Lorenzo Jovanotti, ce l’ha fatta e ha sconfitto il cancro. Un passaggio non scontato quello di rendere pubblico ciò che è accaduto, perché per tutta la famiglia...

di Laura Lucente

Abbiamo tutti bisogno di sperare, tirare un sospiro di sollievo, sorridere. La storia di Teresa ci aiuta a farlo. Lo facciamo insieme ai suoi genitori uno dei quali non passa certo inosservato, ma che oggi sveste i panni di artista e si concede ai suoi fan dopo tanti mesi di silenzio, raccontando, attraverso le parole della figlia, il calvario che tutti loro hanno attraversato, ma anche la luce infondo al tunnel. Perché Teresa Cherubini, figlia del noto e amatissimo cantante cortonese Lorenzo Jovanotti, ce l’ha fatta e ha sconfitto il cancro. Un passaggio non scontato quello di rendere pubblico ciò che è accaduto, perché per tutta la famiglia Cherubini, la privacy è sempre venuta prima delle copertine.

Sono 7 i mesi che segnano il cammino difficoltoso di Teresa, giovanissima e brillante artista del fumetto, appena 22enne a cui viene diagnosticato un linfoma di Hodgkin, tumore del sistema linfatico. È il 3 luglio dello scorso anno quando arriva l’amara sentenza. "Ma tutto è iniziato ad agosto del 2019 con uno prurito alle gambe", racconta la stessa Teresa. "Non ci ho dato peso pensando che sarebbe andato via con il tempo, ma non è stato così. I mesi passavano e non faceva che peggiorare. A giugno 2020 si era sparso per tutto il corpo, non riuscivo a dormire più di un paio d’ore a notte, avevo la pelle piagata. Quando mi si é ingrossato un linfonodo sono il braccio ho capito che era qualcosa di più serio e questo ha portato finalmente ad una diagnosi e ad un piano di cure".

Da Cortona, dove Teresa era tornata nei primi mesi della pandemia per trascorrere il lock down con la sua famiglia, parte insieme a babbo Lorenzo e mamma Francesca alla volta di Milano per essere seguita dal centro tumori italiano più conosciuto: l’Istituto Europeo di Oncologia. "In questi ultimi mesi ho fatto 6 cicli di chemioterapia seguita dai meravigliosi dottori ed infermieri", racconta ancora Teresa. La chemio non mi ha fatto cadere i capelli del tutto, ma dopo l’ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio. Dopo mesi di ansie e paure la storia è finita, e posso raccontarla, perché dal 12 gennaio sono ufficialmente guarita".

La sua storia fa il giro della rete in pochi minuti, soprattutto dopo che lo stesso babbo Lorenzo la riposta sui suoi profili social. Lo fa con il cuore colmo di gioia ricordando quanto "la figlia sia "stata pazzesca" e quanto sia fiero di lei. "Sono stata incredibilmente fortunata ad avere una famiglia, amici e team di medici spettacolare che mi hanno seguito e aiutato durante tutti questi mesi", racconta sempre Teresa che sceglie di condividere la sua storia con il mondo mostrando scatti di se stessa, con la cannula della chemio mentre fiera la mostra in un gesto alla "braccio di ferro", mentre sorride toccandosi la testa completamente priva di capelli e in un fumetto realizzato da lei che la mostra sempre calva e sorridente.

"Per un certo verso il cancro è una malattia molto solitaria, ma il supporto di chi ti sta vicino è fondamentale per superarla, io non ce l’avrei fatta senza di loro. La paura non é andata via, e ci vorrà del tempo perché possa fidarmi di nuovo del mio corpo, ma non vedo l’ora di ricominciare a vivere". Classe ’98, Teresa figlia unica del cantante Jovanotti e della cortonese Francesca Valiani, si sta facendo strada con l’acronimo di @TerryWho con i suoi disegni e fumetti.