Fiore e Maloku: la linea verde dell’Arezzo

Il direttore Cutolo vuole valutare i due under. Foglia e Castiglia verso il ritiro, tentativo per il rinnovo dei prestiti di Coccia e Mawuli

Fiore e Maloku: la linea verde dell’Arezzo

Fiore e Maloku: la linea verde dell’Arezzo

di Luca Amorosi

AREZZO

Rinforzare ogni reparto con almeno un paio di pedine di valore. Questo l’obiettivo del direttore sportivo amaranto Aniello Cutolo nel calciomercato estivo, che aprirà i battenti il prossimo 1° luglio ma dove già si lavora sottotraccia. L’attuale rosa è già sostanziosa, ma tra giocatori che hanno già salutato, quelli che potrebbero farlo a breve e altri in procinto di chiudere la propria carriera, è evidente che l’organico si assottiglierà e serviranno nuovi ingressi. Tra le uscite possiamo elencare quella del giovane portiere Ermini, che andrà a fare esperienza in prestito, dei terzini Coccia, Donati e Renzi rientrati alle rispettive società di appartenenza, del centrale Masetti, che non sarà inserito in lista fino al completo recupero dall’infortunio al legamento crociato, e dei centrocampisti Mawuli (anche lui tornato al Sudtirol al termine del prestito annuale), Foglia e Castiglia. Questi ultimi due potrebbero entrambi decidere di appendere gli scarpini al chiodo e iniziare una carriera dirigenziale, magari sempre in amaranto.

A questo scenario vanno aggiunti quei giocatori che invece rientrano all’Arezzo dopo essere andati in prestito nel mercato invernale ma che non è detto rimangano in amaranto: i terzini Zona e Poggesi e l’attaccante Iori. È chiaro quindi che si riveleranno necessari almeno un innesto in porta, due o tre in difesa, altrettanti a centrocampo e almeno una punta centrale e un esterno offensivo di livello. Poco meno di una decina di nuovi giocatori per alzare l’asticella anche nei fatti. Partendo dall’attacco, nelle ultime ore si sono fatti i nomi di un aretino e di un ex amaranto: Giacomo Parigi dell’Arzignano e Alessandro Polidori, in scadenza (e fresco di retrocessione in D) con la Virtus Francavilla. Entrambe le voci, però, non hanno trovato conferme dall’area tecnica amaranto, che in quello specifico ruolo cerca sicuramente un nome di maggior grido, ma soprattutto di più alta affidabilità anche se non è da escludere la valutazione di profili under come quello di Francesco Iuliano, classe 2004, reduce da una buona stagione nel campionato di Eccellenza campana con l’Audax Cervinara anche se per adesso sono rumors. Tra coloro che potrebbero aggregarsi al gruppo che partirà in ritiro tra poco più di un mese ci sono anche il difensore Maloku e il centrocampista Fiore, rientrati da Aglianese e Fc Romana, ma sia la difesa che la mediana necessiteranno di ulteriori interventi. Cutolo cercherà innanzitutto di riportare in amaranto almeno Coccia dal Modena e Mawuli dal Sudtirol, poi individuerà gli identikit più funzionali dal mercato.