Finardi-Jannacci-Bollani-Tosca. Il Casentino cala un poker in musica

"Naturalmente pianoforte": 90 concerti, 170 artisti e 200 ore di musica nei luoghi più incantevoli del Parco

Finardi-Jannacci-Bollani-Tosca. Il Casentino cala un poker in musica

Finardi-Jannacci-Bollani-Tosca. Il Casentino cala un poker in musica

Eugenio Finardi, Tosca, Paolo Jannacci, Frida Bollani Magoni, Filippo Graziani, Mirko Mariani, Teho Teardo, Fabrizio Bosso, Andrea Mirò, Stefano Mancuso, sono solo alcuni degli artisti che parteciperanno a Naturalmente Pianoforte. "È una delle manifestazioni di punta dell’estate" ha detto il consigliere provinciale Simon Pietro Palazzo elogiando un cartellone ricco di eventi che, dal 16 al 21 luglio, trasformerà il Casentino in un palcoscenico naturale. Oltre 90 i concerti (la maggior parte a ingresso libero), 170 artisti, 200 ore di musica e 100 pianoforti negli angoli più suggestivi. Eccoli i numeri del festival organizzato dall’associazione Pratoveteri con la Direzione artistica di Enzo Gentile, il contributo del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Comune di Pratovecchio Stia, Regione e Fondazione CR Firenze; il patrocinio della Provincia. "Sono orgoglioso di testimoniare l’impegno e la partecipazione della nostra comunità a questo progetto" ha detto il sindaco di Pratovecchio Stia, Luca Santini. L’essenza di Naturalmente Pianoforte risiede nella simbiosi tra musica, arte e natura:"Il Casentino, grazie ad eventi come il festival - ha aggiunto il capogruppo Pd Consiglio regionale Vincenzo Ceccarelli - rappresenta un esempio virtuoso in cui il rispetto per la storia e il patrimonio artistico e naturalistico si fondono".

Mai come quest’anno il Pianoforte ispira e contagia una moltitudine di linguaggi artistici: l’arte contemporanea, con una residenza a cura di Chiara Cardini, un progetto del pianista Luis Di Gennaro con performance notturne in luoghi suggestivi. La Carovana di Naturalmente Pianoforte, a cui è possibile iscriversi. La fotografia con Alan Marcheselli, massimo esperto italiano di Polaroid; "DisComix", una mostra che indaga sulle affinità elettive fra dischi e fumetti. Durante il festival, anche masterclass jazz e di musica classica.