Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Chiusura della Rsa in zona Giotto Tanti: "Parlerò con i familiari"

Anziani in una casa di riposo (foto archivio)
Anziani in una casa di riposo (foto archivio)
Anziani in una casa di riposo (foto archivio)

"Martedì incontrerò le famiglie e già da ieri (ndr due giorni fa) stiamo attentamente leggendo le osservazioni che ci sono state invitate", Il vicesindaco Lucia Tanti interviene sulla chiusura della casa per anziani di via Erbosa, in zona Giotto.

La struttura Armonia, della società Casa di Lucia, secondo quanto scritto nel provvedimento di chiusura, non avrebbe i requisiti assistenziali richiesti visto che gli otto ospiti verserebbero, secondo il verbale della polizia municipale, "In condizione di non autosufficienza.

La struttura è aperta nelle 24 ore, con personale presumibilmente inadeguato all’assistenza ed alle cure e che in tale contesto dovrebbe operare nell’ambito dell’alta intensità assistenziale ed organizzativa, così da sopperire l’estrema fragilità degli ospiti".

"La nostra posizione è quella di sempre: tutela degli ospiti e delle loro famiglie, sostegno per trovare- se serve- soluzioni alternative.

Ovviamente le osservazioni della struttura richiedono tutta l’attenzione del caso anche se siamo certi dello scrupoloso lavoro fatto dalla nostra Polizia Municipale" continua.

"Purtroppo la legge regionale che esclude case famiglia anche per anziani non autosufficienti crea sempre più problemi e criticità, speriamo che anche la Toscana apra a soluzioni che diano più peso alla sostanza che alla forma di una burocrazia poco comprensibile", conclude il vicesindaco.

Nelle motivazioni che hanno portato alla chiusura, si legge: "Siamo in presenza di una situazione di pericolo per gli ospiti della struttura in quanto privi dei necessari requisiti di assistenza socio-sanitaria e si ritiene pertanto necessario procedere alla chiusura della struttura, dando nel contempo un congruo periodo di venti giorni per la ricollocazione degli ospiti".

Ma sull’intervento della polizia municipale la società ha da ridire. L’amministratrice per questo si è rivolta al suo avvocato di fiducia e ha già inviato al Comune una nota nella quale ha spiegato, innanzitutto, che quella gestita non è una Rsa, ma una casa-famiglia e che gli anziani sono tutti autosufficienti.

Per questo chiedono che la misura della chiusura sia per lo meno sospesa in attesa di una valutazione sanitaria degli anziani.

Intanto il vicesindaco Tanti martedì incontrerà le famiglie degli ospiti per capire quale soluzione possa essere presa per dare una giusta collocazione agli anziani che vivevano nella struttura Armonia nella zona Giotto. Struttura che non avrebbe i requisiti assistenziali richiesti.

Ga.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?