Caso Paffetti, prove di pace. La conferma su Innocenti

Nell’assemblea dei soci di Porta Crucifera elencate le motivazioni dello scontro. L’ex Porta del Foro si allena da un mese ad Antria: può essere l’alternativa.

Caso Paffetti, prove di pace. La conferma su Innocenti
Caso Paffetti, prove di pace. La conferma su Innocenti

Anche l’assemblea dei soci di Porta Crucifera ha fatto quadrato intorno al capitano Alberto Branchi sul caso di Niccolò Paffetti. La volontà dei vertici è quella di ricucire il rapporto con il giovane giostratore: un impegno che si è preso il consiglio direttivo di Palazzo Alberti con in testa il rettore Andrea Fazzuoli. I soci di Colcitrone hanno inoltre approvato all’unanimità sia la relazione morale che il bilancio del 2023. Riguardo alla vicenda Paffetti queste sono sicuramente le ore decisive per sbloccare la situazione. Domani infatti alle ore 11 nel chiostro di Palazzo comunale si svolgerà la cerimonia di premiazione dei giostratori. E può darsi che in quella occasione si potrebbe già vedere di nuovo Niccolò Paffetti al fianco dei suoi dirigenti, superando così una vicenda che forse ha preso troppo la mano, anche in assenza del rettore. Andrea Fazzuoli poteva forse fare da ago della bilancia e riportare le cose alla normalità senza far scoppiare un vero e proprio caso, con Paffetti che se ne è andato dalla scuderie di Antria portando via anche i suoi quattro cavalli.

Nell’assemblea dei soci è stata anche confermata dai vertici cruciferini la collaborazione con Gabriele Innocenti. L’ex Porta del Foro è in prova da qualche settimana nel gruppo tecnico rossoverde. Potrebbe essere la prima alternativa se il caso Paffetti non si risolvesse.

La premiazione dei giostratori inizierà alle ore 11 e farà salire sul palco i cavalieri protagonisti delle edizioni 2023 della Giostra e delle prova generale. Durante la cerimonia saranno annunciati dall’araldo anche i vincitori del premio Tului per la migliore sfilata. Sarà inoltre consegnato all’ex giostratore Silvano Gamberi il premio alla carriera. Saranno inoltre annunciate le dediche delle prove generali e delle Giostre: la prima, scontata, a Vasari. Ai giostratori titolari verrà consegnata una medaglia in argento realizzata sulle cere create dagli studenti dell’istituto tecnico Sezione Orafi che riprendono le dediche a Signorelli e all’Arezzo Calcio.

Sul palco saliranno per Porta Crucifera Niccolò Paffetti e Lorenzo Vanneschi, per Porta del Foro Davide Parsi e Francesco Rossi, per Porta Sant’Andrea Tommaso Marmorini e Saverio Montini, per Porta Santo Spirito Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci. Per la prova generale saranno premiati per Porta Crucifera Andrea Bennati, Niccolò Nassi e Filippo Vannozzi, per Porta del Foro Roberto Gabelli, Matteo Vitellozzi e Niccolò Scarpini, per Porta Sant’Andrea Matteo Bruni e Leonardo Tavanti, per Porta Santo Spirito Elia e Niccolò Pineschi ed Elia Taverni. Al termine della cerimonia saranno mostrati i tabelloni con tutti i punteggi delle Giostre.