Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
28 lug 2022

Bollette, record di richieste di aiuto Pensionati in coda per sopravvivere

Gli anziani sono i nuovi poveri alle prese con pagamenti alle stelle. Federconsumatori e Confartigianato tra le associazioni in prima linea. Rubbiani: "Sosteniamo cento persone che non arrivano a fine mese"

28 lug 2022
lucia bigozzi
Cronaca

di Lucia Bigozzi Vivere con meno di mille euro al mese è ciò che fanno 62mila persone "arruolate" dall’età nelle file dei 114mila pensionati aretini. Un dato sui tavoli delle associazioni di categoria e dei consumatori, ma pure su quelli di Caritas e del volontariato cittadino, che ogni giorno accolgono anziani con le bollette di luce e gas in mano e una sola richiesta. "Aiutatemi a pagare, se devo saldare la bolletta sono costretto a saltare il pranzo", è il mesto refrain. Uomini e donne, che hanno lavorato una vita - operai, impiegati, commercianti e artigiani - e ora si ritrovano inchiodati alla bolletta energetica. Sono un centinaio quelli che bussano alla porta di Federconsumatori e "le maggiori difficoltà ad affrontare il caro-vita le riscontriamo nelle fasce dei monoreddito e famiglie mononucleari" spiega Chiara Rubbiani presidente dell’associazione. "Partiamo da un dato: quelle italiane sono le pensioni più basse d’Europa e la gente con i rincari, l’effetto pandemia e cassa integrazione si è ritrovata in grave difficoltà. Per non parlare dell’ultimo rimbalzo energetico che ha sfiorato quota 190 euro a kilowatt. Se prima le persone a reddito fisso riuscivano a stare in equilibrio calibrando bene entrate e uscite mensili, adesso quell’equilibrio è saltato". L’aiuto c’è e viaggia su tre fronti: "Verifichiamo se i contratti applicati sono congrui, spesso si intrecciano con la problematica delle liberalizzazioni e non sempre vengono stipulati in maniera corretta, con costi elevati che non sono dovuti. Qualora ravvisiamo anomalie, le contestiamo per conto dell’utente. C’è poi l’intervento di mediazione con il gestore del servizio e nei casi in cui la persona non riesce a pagare l’importo, cerchiamo di ottenere una rateizzazione". Il terzo fronte è una sorta di "ultima spiaggia" cioè quando la situazione di disagio è molto grave. Lavoriamo con la Caritas e i servizi sociali del ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?