Venezia-Spezia 1-2, Thiago Motta: “I ragazzi hanno giocato da vera squadra per 90 minuti”

Bastoni: “La nazionale? Sarebbe un sogno”. Bourabia: “Dedico il gol a tutta la mia famiglia che mi è sempre stata vicina”

Thiago Motta (Ansa)

Thiago Motta (Coach Spezia Calcio) during the Italian football Serie A match Venezia FC vs Spezia Calcio at the Pier Luigi Penzo stadium in Venice, Italy, 19 September 2021 ANSA/ALESSIO MARINI.

Venezia, 19 settembre 2021 – Thiago Motta dalla panchina, Simone Bastoni e Mehdi Bourabia in campo. Tutti fondamentali per la vittoria dello Spezia a Venezia, con gli aquilotti ora a quota 4 in classifica.

Molto importanti questi tre punti anche in ottica autostima?

“Una partita molto equilibrata – afferma il tecnico Motta – , dobbiamo essere soddisfatti di quel che abbiamo fatto”.

Manaj, Nzola, insomma dei cambi per vincere, questa mossa ha stimolato anche i ragazzi?

“Sono stati loro a dimostrare in campo di voler vincere la partita. Siamo sempre riusciti a rimanere in partita e concentrati. In quegli ultimi dieci minuti abbiamo continuato a giocare. Dopo aver perso una partita che non meritavamo di perdere, questa volta ci portiamo a casa il risultato pieno”.

Inizia ad intravvedere la sua idea di Spezia?

“Stiamo provando tantissimo durante la settimana per mettere in pratica poi in partita i nostri schemi. I calciatori lavorano ed esultano insieme. Hanno giocato come una vera squadra per tutti i 90 minuti e si sono meritati una vittoria per cui hanno lottato. ”.

A segnare la prima rete è stato Bastoni. Un match Difficile?

“Nel secondo tempo abbiamo sofferto molto – afferma proprio l'esterno di sinistra –, ma ci abbiamo creduto fino in fondo”.

Due partite dure aspettando lo Spezia. Averle entrambe in casa vi dà maggior fiducia?

“Le approcciamo come tutte le altre sappiamo che le giochiamo contro due squadre molto forti. Nonostante il poco tempo a disposizione ce la metteremo tutta a prepararla al meglio”.

Con due gol, sei capocannoniere della squadra. Che ne pensi?

“Spero che gli attaccanti possano presto segnare molti più gol di me. Mantenere questa media, per me, comunque sarebbe davvero bellissimo”.

Qualche giocatore è arrivato all'Europeo con un percorso simile al tuo. Stai facendo un pensierino alla nazionale?

“Sarebbe un sogno, ma c'è tanta strada e tanto lavoro prima di raggiungere un obiettivo così”.

A decidere il match è stato il centrocampista Bourabia. Che partita è stata?

“Molto difficile – afferma il marocchino –, siamo passati in vantaggio, ma poi abbiamo subito gol su una palla inattiva e la situazione è cambiata. Il gol nel finale è qualcosa di magico, è valso i primi tre punti della stagione e ne sono molto felice. Quelli di oggi sono tre punti importantissimi contro una diretta concorrente, in scontri diretti che quando li vinci ti lasciano qualcosa in più, non solo in classifica”.

E il gol?

“La conclusione dalla distanza mi piace, ogni tanto ci provo, oggi sono felice che sia andata così bene. Dedico questo gol a tutta la mia famiglia che mi è sempre vicina”.

Somiglianze tra De Zerbi e Thiago Motta?

“Entrambi vogliono che si giochi sempre a calcio e curano molto i dettagli”.