Viareggio, 20 giugno 2015 - Dopo l'ennesimo litigio per motivi di lavoro, Nicola Guidotti, 59enne, ha sparato con una pistola al fratello Mario di 51 anni, uccidendolo. L'omicidio è avvenuto di fronte al loro ristorante, in Darsena.

Nicola e Mario Guidotti erano molto conosciuti in quanto noti ristoratori della Versilia. I due si erano sentiti per telefono e avevano discusso. Al termine della conversazione si sono poi incontrati davanti al loro ristorante 'Il mezzo marinaio'. Qui, verso le 18.30, la lite è degenerata e la rabbia ha preso il sopravvento, con Nicola Guidotti che ha aperto fuoco. La vittima, morta sul colpo, sarebbe stata colpita al torace e alla testa mentre alla fine della lite se ne stava andando via a bordo di una vespa. L'assassino è stato bloccato dalle forze dell'ordine. Sono intervenuti sul posto carabinieri, polizia, guardia di finanza e capitaneria porto.

Prima di uccidere il fratello Nicola avrebbe detto ai loro dipendenti: «Ora camminate da soli». Non è escluso che si riferisse all'intenzione di lasciare definitivamente l'attività: i due fratelli, infatti, erano soci del locale ma, a causa dei continui contrasti, ad aprile Nicola aveva cominciato a gestirne un altro. Mario aveva anche dei trascorsi da calciatore, avendo militato nelle giovanili del Bologna. L'omicidio è avvenuto in una zona frequentata da molte persone che hanno approfittato di questo sabato di sole per andare sulla spiaggia.