Mara Venier a "Gli Incontri del Principe"
Mara Venier a "Gli Incontri del Principe"

Viareggio (Lucca), 6 agosto 2021 - Una Mara Venier decisa, determinata che pensa già alla sua prossima “Domenica In” in partenza il prossimo 19 settembre, che sarà la tredicesima per lei, un record visto che solo Pippo Baudo può vantare una militanza nel programma così lunga. E così la presenza della regina della televisione al quinto appuntamento de “Gli Incontri del Principe” - il talk show del Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio - è servita a Mara per raccontarsi e svelare un po’ del suo futuro. “Ci saranno dei cambiamenti in un format comunque collaudato e di grande qualità. Ho chiesto a don Antonio Mazzi di tornare, ci saranno storie di gente comune, con un vissuto particolare. E vorrei dare la possibilità ai giovani artisti di avere una bella ribalta sulla quale presentarsi e mettersi alla prova. Ogni domenica ci saranno quattro giovani talenti di grande livello. La parte iniziale non volevo che riguardasse il Covid come è stato in queste due ultime edizioni ma non possiamo ignorare questo tema anche se spero che lo spazio sia ridotto perché vorrebbe dire che la pandemia non fa più paura”.

Mara Venier ha parlato anche del suo problema personale che la sta tormentando dalla fine di maggio. “L’intervento a livello dentale è andato male ma spero che torni presto la sensibilità. I miei medici sono ottimisti e lo spero tanto anche io per superare definitivamente un periodo doloroso che lo è stato ancora di più anche per le fake news che sono state messe in giro sul mio conto. Sono arrivati a dire che ero ricoverata in ospedale in questi giorni e che il mio problema era legato al Covid. Tutto falso”.

Nel corso dell’incontro, Mara Venier ha parlato anche del suo libro dal titolo “Mamma, ti ricordi di me?” che ha dedicato alla madre ammalata. Nel libro Mara parla anche della sua vita, dell’arrivo quasi per caso a Roma di cui si è innamorata, del naufragio del primo matrimonio, degli esordi proprio a “Domenica In” nel 1982 con Pippo Baudo, della relazione con Renzo Arbore. Ma la consacrazione è arrivata nel 1992 quando quasi per caso la signora Venier è stata chiamata alla conduzione di un’edizione che vedeva la presenza fissa di Luca Giurato, Monica Vitti e don Antonio Mazzi. Poi la separazione momentanea molto sofferta con la Rai, la chiamata di Maria De Filippi e i tre anni a Mediaset con “Tu si que vales” e altri programmi. Ma il nome di Mara Venier è troppo legato alla tv pubblica e c’è stato il ritorno con le due ultime soffertissime edizioni “Domenica In” a causa della pandemia. “Fare il programma da sola in studio mi ha angosciato. Ho pianto, volevo rinunciare. Mai vertici Rai mi hanno detto che dovevo assolvere il nostro compito di servizio e di informare la gente. Abbiamo capito tutti la gravità del momento e ne sono orgogliosa”.