Turisti al mare
Turisti al mare

Viareggio, 26 luglio 2016-  CRISI? Non quest’anno, non negli alberghi viareggini e versiliesi. Complice, probabilmente, la politica internazionale e la paura degli attentati. Ieri abbiamo provato a prenotare un albergo a Viareggio o nelle altre località della Versilia, e già per il prossimo weekend il 91% delle camere affidate a Booking.com erano prenotate. Un po’ meno se avessimo voluto fare tre pernottamenti infrasettimanali, da stasera a venerdì 29 luglio: 81% di camere prenotate. E già la settimana dall’8 al 15 agosto veleggia verso il sold out: 92% di strutture prenotate.

POI c’è l’altro lato della medaglia: 30 anni fa già tutto luglio era sold out, e adesso per le prime tre settimane di agosto non ci sarebbe stato nemmeno uno sgabuzzino libero. Erano i tempi delle case in affitto, che portavano milioni di presenze annue. Oggi sparite. Inoltre gli hotel non danno tutte le camere disponibili ai portali. Ma, con questi numeri, quest’anno la categoria non dovrebbe fare i soliti piagnistei.

VEDIAMO dunque qualche prezzo per due notti, arrivo venerdì 29 luglio e partenza domenica 31: prezzi stampati dal portale Booking.com in camera doppia per due adulti con prima colazione. Quattro stelle: a Viareggio all’Astor 525, al Plaza 592, Royal esaurito (sul portale); a Lido Una Hotel 1.277, Riviera 538, Villa Ariston 686, Caesar 456; a Marina Mondial 670, Palace 522. Tre stelle: a Viareggio Eden 387, Mirage 380, Arcandelo 280, Villa Grazia 280: a Lido Bracciotti (mezza pensione) 610; Lungomare 1.100; a Marina Esplanade 373. Due stelle: a Viareggio Lupori, 210 euro. Prenotato il 92% di camere anche al Forte per le date del prossimo weekend. Prezzi: 780 euro all’Hermitage e 481 all’Una Hotel, entrambi 4 stelle; 352 euro al 3 stelle Miramonti. Ma questa estrema sintesi non autorizza a fare paragoni tra più cari e meno cari, visto che la tipologia di camera disponibile, location, servizio, e servizi accessori come piscina ed eventuale Spa con centro benessere, cambiano da albergo a albergo. Resta il fatto che quest’anno Viareggio e la Versilia tirano, per lo meno nei periodi «hot» del business estivo.