Sagre a forte rischio: "Aiutate i volontari"

«L’amministrazione comunale deve venire incontro alle esigenze del volontariato e dell’ass...

Sagre a forte rischio: "Aiutate i volontari"
Sagre a forte rischio: "Aiutate i volontari"

"L’amministrazione comunale deve venire incontro alle esigenze del volontariato e dell’associazionismo cercando di limitare i costi degli eventi che organizzano". Lo sostiene il partito comunista che già nei mesi scorsi aveva sottoposto all’assessore alle attività produttive Fabio Zinzio le difficoltà che incontrano le associazioni nell’allestire sagre e feste per l’impennata dei prezzi delle materie prime e dell’energia e per le spese burocratiche. "Queste manifestazioni – dicono i vertici locali del Pci – non hanno fini di lucro, bensì rappresentano una delle forme di autofinanziamento che permette la sopravvivenza per l’espletamento delle funzioni che vengono riversate positivamente sulla nostra stessa comunità, favoriscono la socialità e rappresentano un’attrattiva per la frequentazione e la conoscenza della nostra realtà. Quello che veniva richiesto era una semplificazione amministrativa per l’ottenimento dei permessi (cosa a cui, almeno parzialmente, è stato dato seguito) e una diminuzione dei costi di istruttoria ed oneri vari che ammontano rispettivamente a 30 euro e a somme differenziate giornaliere che vanno dai 25 ai 50 euro a manifestazione. Lo stesso assessore si disse impossibilitato a procedere per la situazione di dissesto dell’ente comune. Ora apprendiamo con soddisfazione che la Giunta ha approvato un’importante riduzione alla tassa di occupazione di suolo pubblico verso gli ambulanti".

Il Pci chiede quindi un’analoga attenzione anche per volontari e associazioni. "Ci dispiace molto constatare che, mentre in campagna elettorale questi soggetti sono in testa alle attenzioni dei candidati, una volta eletti ci si dimentica delle loro istanze".