Addio a Roberto Landucci, imprenditore della nautica e fondatore di Tele Versilia

Nato nel ’46 aveva iniziato come comandante di imbarcazioni Il ricordo degli amici: "Un carattere generoso, estroverso e forte"

Roberto Landucci

Roberto Landucci

Viareggio, 4 marzo 2024 – Mondo della nautica in lutto per la scomparsa di Roberto Landucci. Aveva 78 anni. Landucci è stato uno dei protagonisti della Darsena, pioniere di quell’attività di rimessaggio che ha dato vitalità alle banchine offrendo un servizio aggiuntivo al comparto.

Nato a Viareggio, è sempre stato uomo di mare iniziando la propria carriera come comandante per poi intraprendere l’avventura imprenditoriale che dagli anni Ottanta l’ha mantenuto protagonista del settore.

Ma la sua versatile vitalità l’ha portato anche a appassionarsi di politica nelle file del Partito Socialista nei tempi in cui la città aveva come solido riferimento il senatore Barsacchi.

Nei primi anni Settanta Roberto Landucci aderì al gruppo di editori illuminati che dette vita all’allora Tele Versilia, la prima emittente viareggina e tra le pochissime in Toscana che inizialmente aveva sede al Marco Polo prima di trasferire gli studi sul viale Manin e che ha formato gran parte dei giovani giornalisti di allora.

Molti lo ricordano per quel carattere generoso, estroverso e forte che l’ha aiutato a sostenere per anni la malattia e, negli ultimi due mesi, a sopportare con energia la fatale ricaduta. Si è spento – come aveva espressamente richiesto – nella sua abitazione, contornato dall’amore del figlio Filippo (che oggi porta avanti la società di rimessaggio) e dell’ex moglie Paola. Oggi alle 15 alla camera ardente allestita alla Croce Verde si terrà l’ultimo saluto con una benedizione in forma strettamente privata.