Rapiti da Santorini. Acquerello su tela

Santorini è un'isola vulcanica nel Mar Egeo, famosa per i suoi strepitosi tramonti e i vicoli colorati. Da Oia a Pyrgos, passando per Imerovigli, si possono ammirare panorami mozzafiato e fare un tuffo nella bocca di un vulcano.

Rapiti da Santorini. Acquerello su tela

Rapiti da Santorini. Acquerello su tela

Santorini è un acquerello su tela dove il bianco lucente delle case e il blu profondo delle cupole spiccano tra gli altri colori pastello, per un quadro da serbare sempre nel cuore. Situata nel Mar Egeo, Santorini è l’isola più a sud dell’arcipelago delle Cicladi, in Grecia. Di origine vulcanica, deve la sua forma a un’eruzione catastrofica che fece collassare il cratere centrale. Questo fu invaso dal mare, lasciando emerse le parti esterne che creano l’attuale forma dell’isola simile a un anello. Seppure siano presenti belle spiagge, non è questa la motivazione principale che spinge moltissimi viaggiatori a visitarla ogni anno: sono gli strepitosi tramonti sulla caldera da ammirare oltre i tetti colorati e i vicoli che si inerpicano tra le case e le taverne a rendere inconfondibile la sua atmosfera. Il tramonto più fotografato è quello da Oia, all’estremo nord-ovest dell’isola. Una volta qui non dimenticate una tappa alla sottostante baia di Ammoudi, che un tempo ospitava le dimore dei pescatori e oggi è piena di taverne con vista sull’insenatura. Se l’affollamento dovesse togliere un po’ di magia niente paura: ci si può recare al faro di Akrotiri, dove le case e i muri bianchi da cartolina lasciano il posto a un promontorio più selvaggio, in cui l’unico protagonista è il sole che si tuffa oltre la linea dell’orizzonte. Anche Imerovigli è un punto panoramico privilegiato per vedere il tramonto a Santorini. La splendida vista spazia dal mare all’iconica Church of the Resurrection of the Lord, immagine con cui spesso è associata la destinazione. Pyrgos è un paese dell’entroterra circondato dai vigneti da cui si produce il rinomato vino bianco Assyrtiko. Costruito sulla cima di una collina, il villaggio di Pyrgos regala una splendida vista panoramica a tutto tondo dell’isola e della caldera. Vagando tra le vie del borgo tradizionale si incontrano le chiese di Agios Nikolaos e di San Giorgio e si raggiungono i resti del castello veneziano.

Per un ricordo indelebile di Santorini si può fare una gita in barca alle isole vulcaniche di Nea Kameni, Palia Kameni e Thirasia, le isole che chiudono il cerchio dell’antico cratere sprofondato. Tra fumarole, zaffate di zolfo e sorgenti marine d’acqua calda ci si può immergere per un tuffo spettacolare nella bocca di un vulcano.