Maggioranza nella bufera Simona Seveso dà vita al gruppo Impegno sociale

L’ex assessore denuncia: "Dal sindaco nessuna parola di solidarietà". Murzi ha ribattuto: "La scelta di toglierle le deleghe la rifarei anche adesso".

Maggioranza nella bufera  Simona Seveso dà vita  al gruppo Impegno sociale
Maggioranza nella bufera Simona Seveso dà vita al gruppo Impegno sociale

Lo strappo – fino ad oggi coperto dal silenzio – adesso pare insanabile. Al consiglio comunale di ieri Simona Seveso, ex assessore delegittimato sei mesi fa dal sindaco Bruno Murzi, ha ufficializzato la sua presa di distanza dalla maggioranza e da Noi del Forte per dar vita al gruppo autonomo "Impegno sociale" di cui è unica componente e capogruppo: un ritorno alle origini visto che nel 2002 si candidò per il primo mandato di Roberto Bertola proprio tra le file di Impegno sociale. "A seguito dei noti fatti accaduti lo scorso dicembre – ha spiegato Seveso – sui quali ho avuto modo di chiarire la mia posizione, mi sarei aspettata dal sindaco un contatto, diretto a ricomporre le situazioni che si erano verificate e che hanno lasciato rilevanti strascichi politici e pesanti conseguenze sotto il profilo dei rapporti umani. Vi è stato purtroppo un silenzio assoluto sia da parte del sindaco che dei colleghi consiglieri di maggioranza, ad eccezione dell’assessore Lucchesi, unico a pronunciare con coraggio e determinazione parole di apprezzamento e di stima per il mio lavoro e la mia persona. Questa spiacevole situazione di isolamento politico che non credo di meritare per l’impegno che ho sempre profuso per il bene comune e gli interessi della collettività mi ha indotto, dopo lunga e dolorosa riflessione, alla decisione di uscire dal gruppo di maggioranza politica al fine di costituire un nuovo gruppo consiliare aperto al contributo di tutti coloro che vorranno impegnarsi per continuare il lavoro da me iniziato nel rispetto dei 361 elettori che mi hanno conferito mandato di rappresentarli. Da oggi pertanto – ha concluso – si apre una nuova stagione di impegno sempre al fine di migliorare la vita del nostro comune attraverso le iniziative che non mancherò di proporre in questo consiglio". Un intervento che preannuncia una spina nel fianco per Murzi che ha pronunciato parole roventi. "Sono assolutamente convinto di aver fatto bene togliere le delghe a Seveso – ha detto – il segretario ben due volte l’ha chiamata per incontrarsi con me e non ha risposto. La invitai a dimettersi davanti a testimoni e lei decise di non farlo e così fui costretto a fare io la scelta, convinto che la sua gestione del sociale non fosse quella che mi sarei aspettato. Non c’era più fiducia e ho voluto difendere la mia amministrazione".

Francesca Navari