Il Carnevale ai nastri di partenza. Domenica il primo dei tre corsi. Ecco i carri e le mascherate in gara

Le contrade da battere sono Brancagliana e Strettoia. Ultimi ritocchi agli hangar della Mattonaia. Incognita maltempo, rischio slittamento fino al 3 marzo. L’ingresso quest’anno costerà 5 euro.

Il Carnevale ai nastri di partenza. Domenica il primo dei tre corsi. Ecco i carri e le mascherate in gara
Il Carnevale ai nastri di partenza. Domenica il primo dei tre corsi. Ecco i carri e le mascherate in gara

Eravamo rimasti al 5 marzo 2023, quando in una piazza Matteotti piena di gente, musica e colori la Brancagliana trionfò nei carri con il suo maxi clown e Strettoia nelle mascherate con i mimi degli anni ’20. Sono loro le contrade da battere nell’edizione 2024 del Carnevale pietrasantino, arrivata ormai ai nastri di partenza. Il primo dei tre corsi mascherati è in programma domenica alle 15, con gli altri due in agenda il 18 e 25 febbraio, sebbene i capricci del meteo potrebbero anche quest’anno far slittare tutto di una settimana. In tal caso i primi due corsi si terranno il 18 e 25 febbraio, con gran finale il 3 marzo.

Tutto questo mentre sono in corso gli ultimi ritocchi agli hangar della Mattonaia per le costruzioni delle dieci contrade, che come sempre sfileranno in senso antiorario lungo il circuito formato da piazza Matteotti, provinciale Vallecchia, via San Francesco e via Marconi. L’avvincente gara, in base al sorteggio effettuato a settembre, sarà aperta dai campioni in carica della Brancagliana con “La battaglia dei colori” e a seguire Lanterna, con “La regina fantasia depone maschere e allegria” (mascherata “Uno sciame di felicità”), Strettoia con “Strett(oi)amente (dis)connessi”, Collina con “L’anno del dragone”, Pollino-Traversagna con “Pensati libero?”, Pontestrada con “Life in plastic is (not) fantastic”, Antichi Feudi con “L’intelligenza artificiale: un ospite eccezionale al nostro Carnevale”, Africa-Macelli con “Il Sole e la luna”, Il Tiglio-La Beca con “Beca country” e Marina con “C’era una volta… la campagna” (mascherata “Spaventapasseri… e non solo”). Le due contrade vincenti andranno così ad allungare un albo d’oro che per ora ha visto trionfare il Pollino-Traversagna con la Miss Carnevale Dunia Bresciani, Strettoia nelle canzoni dello Sprocco e Marina nelle scenette della Brancagliana.

"Il nostro è un Carnevale nato e cresciuto sulla passione e l’entusiasmo – ricorda l’assessore alle tradizioni popolari Andrea Cosci – ma quest’anno, insieme alle contrade, abbiamo avviato un percorso di maggiore impegno anche sul fronte della sicurezza, a partire dall’interno degli hangar. L’ingegner Matteo Barabino, che fa parte del team di Paolo Polvani, responsabile della sicurezza corsi al Carnevale di Viareggio, ci accompagnerà fino al 2028 con l’obiettivo di ridurre il più possibile il rischio di incidenti durante la costruzione dei carri". L’ingresso costa 5 euro, gratis under 10 e over 70.

Daniele Masseglia