Dap Festival. Due settimane tra arte e danza

Il 23 giugno torna l’evento diretto da Adria Ferrali. Attesi oltre 200 ballerini, in agenda 30 spettacoli.

Dap Festival. Due settimane tra arte e danza

Dap Festival. Due settimane tra arte e danza

Una ventina di compagnie, oltre 200 ballerini e ballerine provenienti da diverse parti del globo, 30 spettacoli che uniranno danza e arte. È il ricco e consueto menù del Dap Festival, creatura dell’associazione “New dance drama“ di Firenze giunta all’ottava edizione con la direzione artistica di Adria Ferrali. La kermesse, presentata ieri nella chiesa di Sant’Agostino, è in agenda dal 23 giugno al 6 luglio, col sostegno di Comune e ministero della cultura. "Il nostro obiettivo – spiega Ferrali – è rafforzare la costituzione di una comunità multiculturale di professionisti della danza che si identifichi con la Versilia, Pietrasanta e i suoi spazi artistici e teatrali. Per questo il Dap facilita la sperimentazione e la ricerca coreografica valorizzando lo sviluppo di una produzione che si affianca alle altre espressioni artistiche presenti in città. È uno stimolo in più per coreografi e danzatori di tutto il mondo".

Venendo al programma, ci saranno 13 spettacoli al Sant’Agostino, più il gran finale al teatro della Versiliana, e 16 “Invasioni“, brevi spettacoli estemporanei ospitati in piazza Duomo, il Museo dei bozzetti, piazza Stazione, Studio Stagetti, Centro arti visive, e a Tonfano il bagno “Biancamano“, piazza XXIV Maggio e il pontile di Tonfano. Tra gli eventi clou figura l’omaggio al centenario di Puccini il 28 giugno, la star della danza internazionale Maria Kochetkova il 29, il Contemporary dance gala il 30, il progetto XZ AI Generation con il patrocinio del Pam (Assemblea parlamentare del Mediterraneo) il 2 luglio e il Gran gala finale in Versiliana il 6 luglio alla presenza, in esclusiva, del ballerino russo Daniil Simkin e la compagnia di danza danese Kammerballetten Dk.