Olbia-Gubbio 1-2, vittoria pesante in Sardegna

Decidono le reti di Udoh e Di Massimo

Mister Braglia

BRAGLIA.

Olbia, 25 febbraio 2024 – Una partita sporca, sofferta, ma alla fine vinta. Il Gubbio sta continuando a crescere come squadra e nonostante le assenze riesce a portarsi a casa tre punti da un campo difficile contro l’Olbia, squadra vogliosa di punti salvezza e che aveva anche acciuffato un pari quasi insperato nel finale. Qui il miglior pregio dei rossoblù: non si sono arresi e anzi, sono tornati ad attaccare e con merito, nei minuti conclusivi, hanno trovato l’episodio giusto per tornare in Umbria con il punteggio pieno. La gara è compassata nelle prime battute, tanto che nel primo tempo le occasioni si contano sulle dita di una mano: al 22° ci prova Biancu che dalla distanza non centra lo specchio della porta.

Il Gubbio, complici anche le assenze, fatica a costruire, ma al secondo dei tre minuti di recupero Udoh riceve in area dopo la sponda aerea di Rosaia e in girata di mancino buca Rinaldi e mette la sfera all’angolino. I ragazzi di Braglia vanno in vantaggio grazie al gol dell’ex, ma nella ripresa l’Olbia rientra in campo con determinazione. La prima vera chance arriva al 73°, quando Nanni impatta di testa ma manda a lato da posizione favorevole. Alla già complicata situazione dei rossoblù si aggiungono due infortuni: prima Signorini è costretto al cambio per un problema al polpaccio, poi Corsinelli deve uscire per un guaio alla caviglia. Braglia si dispone con il 5-4-1, il Gubbio si abbassa un po’ troppo e subisce il pareggio. All’84°, infatti, La Rosa colpisce da corner ma stampa il palo, sulla ribattuta, di testa, Nanni da pochi metri non perdona. Il merito dei rossoblù è di non arrendersi: all’88° Rosaia serve Morelli in area e Motolese lo stende: è calcio di

rigore. Dal dischetto va Di Massimo che apre il destro, Rinaldi intuisce ma non arriva. Inutili gli assalti dei padroni di casa: si arriva al 99° prima del triplice fischio che libera la gioia dei rossoblù.

OLBIA (4-3-1-2): Rinaldi; Arboleda (st 42’ Fabbri), Palomba, Motolese,

Montebugnoli (st 31’ Mordini); Dessena (st 31’ Bianchimano), La Rosa, Cavuoti (pt

23’ Catania); Biancu; Ragatzu, Nanni. All. Gaburro A disp. Van der Want, Zallu,

Incerti, Scaringi, Mameli, Guidotti, Scapin.

GUBBIO (4-3-1-2): Greco; Corsinelli (st 32’ Calabrese), Tozzuolo, Signorini (st 15’

Pirrello), Dimarco; Rosaia, Brambilla, Bumbu (st 11’ Spina); Chierico (st 32’

Morelli); Di Massimo, Udoh (st 32’ Desogus). All. Braglia. A disp. Vettorel, Guerrini,

Mancini.

ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa (Lisi-Fumarolo)

MARCATORI: pt 47’ Udoh, st 39’ Nanni, 45’ Di Massimo

NOTE: corner 4-6; ammoniti: Bumbu, La Rosa, Nanni, Dimarco, Montebugnoli,

Desogus, Motolese; espulso Biancu al 44’ st per proteste; recupero pt 3’; st 7’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su